1,4 milioni di persone nell’area di Los Angeles sono sotto allerta per inondazioni improvvise

Il secondo dei fiumi atmosferici consecutivi ha preso di mira la California meridionale all’inizio di lunedì, scatenando colate di fango, allagando le strade e interrompendo l’energia elettrica mentre lo stato fradicio si preparava ad un altro giorno di forti piogge.

Lunedì mattina circa 1,4 milioni di persone nell’area di Los Angeles, comprese Hollywood Hills e Beverly Hills, erano sotto allerta per inondazioni improvvise. Nella zona sono già caduti fino a 23 centimetri di pioggia, ma se ne prevede una maggiore, secondo il National Weather Service degli Stati Uniti, che ha definito le inondazioni improvvise e la minaccia di smottamenti “una situazione particolarmente pericolosa”.

Nel nord della California, domenica la tempesta ha inondato le strade e abbattuto alberi e linee elettriche nell’area della Baia di San Francisco, dove i venti hanno superato i 96 km/h in alcune zone. In montagna si sono registrate raffiche superiori a 128 km/h.

Appena a sud di San Jose, le squadre di emergenza hanno tirato fuori gli occupanti dai finestrini di un’auto bloccata dalle acque alluvionali e hanno salvato le persone da un accampamento di senzatetto lungo un fiume in piena.

Un camion attraversa una strada allagata.
Un camion attraversa una strada allagata durante un temporale domenica a Santa Barbara, in California. (Ethan Swope/Associated Press)

La tempesta si è poi spostata nel sud della California, dove le autorità hanno avvertito di inondazioni potenzialmente devastanti e hanno ordinato l’evacuazione dei canyon bruciati nei recenti incendi che sono ad alto rischio di colate di fango e detriti.

“Abbiamo avuto inondazioni, abbiamo avuto raffiche di vento, abbiamo avuto l’intera gamma qui”, ha detto Todd Hall, un meteorologo del National Weather Service vicino a Los Angeles.

“Ho redatto rapporti sui danni tutta la notte, quindi ho visto una discreta quantità di danni e persone evacuate dalle case a causa di smottamenti”, ha detto Hall.

GUARDA | Cos’è un fiume atmosferico?

Cos’è un fiume atmosferico?

È un termine che è diventato più noto dopo che un’inondazione da record ha colpito BC nel novembre 2021, ma come spiega la meteorologa Johanna Wagstaffe, i fiumi atmosferici non sono una novità per la provincia.

Lunedì le lezioni sono state cancellate per le scuole della contea di Santa Barbara, devastata dalle frane di fango causate da potenti tempeste nel 2018.

Più lontano lungo la costa, forti venti e forti piogge hanno portato condizioni insidiose nella città di Ventura, ha detto Alexis Herrera, che stava cercando di salvare la sua berlina piena d’acqua.

“Tutte le autostrade sono allagate da queste parti”, ha detto Herrera in spagnolo. “Non so come sposterò la mia macchina.”

Secondo poweroutage.us, lunedì mattina più di 543.000 clienti erano senza elettricità in tutto lo stato.

Palisades Tahoe, una stazione sciistica a circa 320 chilometri a nord-est di San Francisco, ha dichiarato domenica che si prevede la nevicata più pesante di questa stagione, con accumuli di 15 cm all’ora per un totale fino a 60 cm.

Sono previste forti nevicate fino a lunedì in tutta la Sierra Nevada e gli automobilisti sono stati invitati a evitare le strade di montagna.

Gran parte dello stato si è prosciugato a causa del fiume atmosferico che ha soffiato la scorsa settimana, causando inondazioni e scaricando neve gradita sulle montagne. L’ultima tempesta, chiamata anche “Pineapple Express” perché il suo pennacchio di umidità si estende attraverso il Pacifico fino alle Hawaii, è arrivata al largo della California settentrionale sabato, quando la maggior parte dello stato era sotto una sorta di vento, surf o inondazioni.

I fiumi atmosferici sono pennacchi di umidità relativamente stretti che si formano sopra un oceano e possono produrre quantità torrenziali di pioggia mentre si spostano sulla terra.

Ordinanze di evacuazione per le aree bruciate da incendi

Il servizio meteorologico ha emesso un raro “allarme di vento di forza di uragano” per la costa centrale, con raffiche di vento fino a 148 km/h possibili dalla penisola di Monterey alla parte settentrionale della contea di San Luis Obispo.

Una coppia cammina sulla riva del fiume Los Angeles, portando a valle l'acqua piovana.
Domenica una coppia cammina lungo la riva del fiume Los Angeles, portando a valle l’acqua piovana. (Damian Dovarganes/Associated Press)

Ordini e avvisi di evacuazione erano in vigore per le aree montane e dei canyon delle contee di Monterey, Santa Barbara, Ventura e Los Angeles. Il supervisore della contea di Los Angeles Lindsay Horvath ha esortato i residenti vicino alle aree bruciate dagli incendi dei canyon di Topanga e Soledad a seguire l’ordine di allontanarsi prima di possibili smottamenti.

“Se non siete già partiti, per favore radunate la vostra famiglia, i vostri animali domestici, i vostri farmaci e partite immediatamente”, ha detto Horvath in un briefing domenicale. La contea ha allestito dei rifugi dove gli sfollati potevano passare la notte.

Stato di emergenza per 8 contee

Il governatore Gavin Newsom ha dichiarato lo stato di emergenza per le contee di Los Angeles, Orange, Riverside, San Bernardino, San Diego, San Luis Obispo, Santa Barbara e Ventura. L’Ufficio dei servizi di emergenza del Governatore ha attivato il proprio centro operativo e posizionato personale e attrezzature nelle aree più a rischio.

Il distretto scolastico unificato di Los Angeles, il secondo più grande della nazione, ha dichiarato che le sue scuole saranno aperte lunedì mattina, ad eccezione della Topanga Elementary Charter School e della Vinedale College Preparatory Academy.

Il servizio meteorologico prevede fino a 20 centimetri di pioggia sulle zone costiere e valli della California meridionale, con 35 centimetri possibili sulle colline e sulle montagne. Fino a martedì sono previste piogge da forti a moderate nel sud della California.

“La tempesta in realtà ci colpirà per oggi”, ha detto Hall. “Non c’è davvero alcun sollievo, sfortunatamente, perché questa banda è bloccata proprio sopra di noi e ci scaricherà addosso una pioggia da moderata a forte per tutto il giorno.”

Il secondo dei fiumi atmosferici consecutivi ha preso di mira la California meridionale all’inizio di lunedì, scatenando colate di fango, allagando le strade e interrompendo l’energia elettrica mentre lo stato fradicio si preparava ad un altro giorno di forti piogge. Lunedì mattina circa 1,4 milioni di persone nell’area di Los Angeles, comprese Hollywood Hills e…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *