Almeno 19 morti in Cile mentre intensi incendi boschivi si avvicinano ad aree densamente popolate

Gli intensi incendi boschivi che hanno colpito un’area densamente popolata del Cile centrale hanno provocato la morte di almeno 19 persone e distrutto circa 1.100 case, hanno detto sabato le autorità.

Il ministro dell’Interno cileno, Carolina Toha, ha affermato che attualmente ci sono 92 incendi boschivi che divampano nel centro e nel sud del paese, dove le temperature sono state insolitamente alte questa settimana.

Gli incendi più mortali si sono verificati nella regione di Valparaiso, dove le autorità hanno invitato le persone a non lasciare le proprie case in modo che i vigili del fuoco, le ambulanze e altri veicoli di emergenza possano viaggiare con maggiore facilità.

Toha non ha fornito dettagli sulle 19 persone uccise.

Ha detto che due incendi vicino alle città di Quilpue e Villa Alemana hanno bruciato almeno 8.000 ettari da venerdì.

Uno degli incendi stava minacciando la località turistica costiera di Vina del Mar, dove alcuni quartieri sono già stati gravemente colpiti.

Una veduta aerea mostra gli edifici distrutti da un incendio.
Una veduta aerea mostra le conseguenze di un incendio boschivo a Vina del Mar, nel Cile centrale, sabato. (Javier Torres/AFP/Getty Images)

A Villa Independencia, un quartiere collinare all’estremità orientale della città, diversi isolati di case e attività commerciali furono completamente distrutti. Auto bruciate con i finestrini rotti fiancheggiavano le strade, che erano coperte di cenere.

“Sono qui da 32 anni e non avrei mai immaginato che ciò potesse accadere”, ha detto Rolando Fernandez, uno dei residenti che hanno perso la casa. Ha spiegato di aver visto per la prima volta il fuoco che bruciava su una collina vicina venerdì pomeriggio. Nel giro di 15 minuti l’area è stata avvolta dalle fiamme e dal fumo, costringendo tutti a fuggire per salvarsi la vita.

“Ho lavorato tutta la mia vita e ora non mi è rimasto niente”, ha detto Fernandez.

Tre rifugi sono stati allestiti nella regione di Valparaiso e 19 elicotteri e più di 450 vigili del fuoco sono stati portati nella zona per controllare gli incendi, ha detto Toha. Le squadre di soccorso stanno ancora lottando per raggiungere i quartieri più gravemente colpiti, ha detto.

I vigili del fuoco sono intervenuti nell'area colpita da un incendio boschivo.
Sabato i vigili del fuoco lavorano nell’area colpita da un incendio boschivo a Vina del Mar. (AFP/Getty Images)

Gli incendi stanno bruciando su montagne difficili da raggiungere e hanno colpito quartieri costruiti in modo precario ai margini di Vina del Mar.

Le autorità hanno anche segnalato blackout a seguito dell’incendio. Toha ha spiegato che nella regione di Valparaiso è stato necessario evacuare quattro ospedali e tre case di cura per anziani. L’incendio ha distrutto anche due terminal degli autobus, ha detto il ministro degli Interni.

Quest’anno l’andamento meteorologico di El Niño ha causato siccità e temperature più calde del solito nella parte occidentale del Sud America, aumentando il rischio di incendi boschivi. A gennaio, in Colombia, più di 17.000 ettari di foreste sono stati distrutti da incendi seguiti a diverse settimane di tempo secco.

Gli intensi incendi boschivi che hanno colpito un’area densamente popolata del Cile centrale hanno provocato la morte di almeno 19 persone e distrutto circa 1.100 case, hanno detto sabato le autorità. Il ministro dell’Interno cileno, Carolina Toha, ha affermato che attualmente ci sono 92 incendi boschivi che divampano nel centro e nel sud del paese,…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *