BC sposta buste di nicotina aromatizzata dietro i banchi delle farmacie per proteggere i giovani

BC ha ordinato che i sacchetti di nicotina aromatizzata vengano spostati dietro i banchi delle farmacie invece di essere venduti apertamente, nel tentativo di impedire ai giovani di diventare dipendenti.

L’ordinanza, firmata dal ministro della Sanità Adrian Dix, prevede che gli acquirenti delle buste dovranno prima consultare un farmacista.

“Limitando l’accesso a questi prodotti e garantendo che siano dispensati da operatori sanitari qualificati, il nostro obiettivo è prevenirne l’uso improprio, soprattutto tra i giovani per scopi ricreativi”, ha affermato Dix.

Il premier David Eby afferma che la provincia sta facendo il possibile per impedire ai bambini di entrare in contatto con il prodotto “pericoloso” e che “crea dipendenza”, mentre Health Canada lavora per affrontare le regole che consentono la vendita delle buste nei minimarket e nelle stazioni di servizio.

Eby ha detto che la nicotina può causare cambiamenti nel cervello dei giovani e che il governo vuole impedire loro di essere esposti ai prodotti, che secondo gli esperti sono progettati per attrarre i bambini.

GUARDA | BC annuncia restrizioni provinciali alle vendite per i prodotti in buste di nicotina orale:

BC limita l’accesso dei giovani ai prodotti in busta di nicotina

Il governo della British Columbia ha annunciato una restrizione provinciale delle vendite per i prodotti in buste di nicotina orale, compresi quelli con il marchio Zonnic. In una dichiarazione, la provincia afferma che i cambiamenti sposteranno il prodotto dietro i banchi delle farmacie nella speranza di ridurne l’accesso da parte dei giovani, e le persone che desiderano acquistare il prodotto dovranno consultare un farmacista.

Ottawa ha approvato le buste – prodotte dal produttore di sigarette Imperial Tobacco con il marchio Zonnic – come prodotto per aiutare i fumatori a smettere.

Zonnic non contiene tabacco e, poiché le buste contengono meno di quattro milligrammi di nicotina ciascuna e non vengono inalate, non rientrano nella legislazione federale o provinciale esistente sul tabacco o sullo svapo.

Una pubblicità mostra un uomo su un autobus con un'espressione leggermente sorpresa con una scritta che dice "mettitelo in bocca"
Sull’account Instagram dell’azienda è visibile una pubblicità per Zonnic, buste aromatizzate alla nicotina vendute in Canada. (Zonnic Canada/Instagram)

In BC, devi avere almeno 19 anni per acquistare prodotti vaporizzati o a base di tabacco.

A novembre, il ministro federale della sanità Mark Holland ha affermato che i regolatori erano stati “ingannati” e ha promesso di chiudere la scappatoia ciò ha permesso a Zonnic di essere venduto apertamente.

“Ci sono domande molto serie su cosa stia facendo qui l’industria del tabacco e quali siano le sue intenzioni. E sembrerebbe che la sua intenzione sia quella di creare dipendenza alla nicotina da nuovi giovani, il che è disgustoso”, disse all’epoca Holland.

Un uomo bianco alto parla su un podio con la scritta
Il premier della BC David Eby afferma che la nicotina può causare cambiamenti nella mente dei bambini piccoli e la provincia vuole impedire la vendita di sacchetti di nicotina ai giovani. (Ben Nelms/CBC)

Colette Lees, referente per l’uso di sostanze presso il distretto scolastico del Surrey, ha affermato che il fascino dei prodotti alla nicotina dai sapori seducenti e commercializzati come alternative innocue al fumo “si sono rivelati una grande sfida” per i giovani che spesso non sono consapevoli della loro natura di dipendenza. .

La Canadian Cancer Society ha applaudito la mossa, sottolineando che mentre i tassi di fumo tra i giovani in BC sono in calo, altri metodi di consumo di nicotina sono aumentati in modo significativo.

“Con l’introduzione delle buste aromatizzate alla nicotina lo scorso anno, i giovani possono nuovamente diventare dipendenti da questi nuovi prodotti dell’industria del tabacco”, si legge in una nota.

Charles Aruliah, responsabile dell’advocacy della società a Vancouver, afferma che i sacchetti di nicotina venivano collocati nei minimarket accanto a prodotti come barrette di cioccolato facilmente accessibili ai giovani.

Sulla costa7:28La Canadian Cancer Society reagisce alla restrizione della BC sulla vendita di buste di nicotina

Charles Aruliah, responsabile dell’advocacy della Canadian Cancer Society a Vancouver, reagisce all’annuncio del governo della Columbia Britannica secondo cui le buste di nicotina saranno ora vendute solo dietro il bancone delle farmacie, dopo aver consultato un farmacista.

“Con gli Stati Uniti e l’Europa, dove questi prodotti sono sul mercato da un bel po’… vediamo che c’è stato un utilizzo e una diffusione significativi tra i giovani”, ha detto ad Amy Bell, ospite ospite del programma della CBC. Sulla costa.

“Alcuni paesi stanno iniziando a cercare di vietare completamente il prodotto.”

BC ha ordinato che i sacchetti di nicotina aromatizzata vengano spostati dietro i banchi delle farmacie invece di essere venduti apertamente, nel tentativo di impedire ai giovani di diventare dipendenti. L’ordinanza, firmata dal ministro della Sanità Adrian Dix, prevede che gli acquirenti delle buste dovranno prima consultare un farmacista. “Limitando l’accesso a questi prodotti e…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *