Belleville dichiara l’emergenza dipendenza dopo l’ultima ondata di overdose

Mike Juby era fuori dalla Bridge Street United Church a Belleville, Ontario, martedì pomeriggio quando improvvisamente la gente ha iniziato a scendere sul marciapiede intorno a lui.

C’erano “ambulanze a sinistra, a destra e al centro” mentre i paramedici caricavano le persone sulle barelle e le portavano d’urgenza in ospedale, ha ricordato.

“Era brutto”, ha detto Juby. “Sono tutti miei amici. Li conosco tutti. È dura, dura.”

Lo dicono i funzionari dell’emergenza a Belleville 14 persone sono andate in overdose nel centro della città dell’Ontario orientale martedì tra le 14 e le 16.

Ad un certo punto la polizia ha chiuso un tratto di strada e ha chiesto ai residenti di evitare di andare in centro, descrivendo la situazione come una “emergenza overdose”. Nessuna delle overdose si è rivelata fatale.

La città ha detto giovedì mattina di aver avuto 23 overdose dalle 14 di martedì e sta dichiarando lo stato di emergenza per la situazione.

Il focolaio di overdose di martedì è avvenuto lungo Bridge Street E., intorno alla chiesa dove un centro di accoglienza gestito dalla John Howard Society di Belleville offre cibo, docce e servizio di lavanderia per i senzatetto e altri residenti vulnerabili.

Secondo JJ Cormier, direttore esecutivo dell’organizzazione, le ultime 24 ore hanno avuto un “enorme impatto” su coloro che fanno affidamento e lavorano sul sito.

“C’erano cinque persone che erano fuori, camminavano sul marciapiede, e tutte e cinque sono crollate nello stesso momento”, ha detto Cormier.

“Queste persone sono… la nostra famiglia, e noi siamo la loro famiglia.”

Una donna con i capelli rossi raccolti in una stretta coda di cavallo mi fissa.  Dietro di lei c'è un SUV della polizia e una grande chiesa in pietra.
JJ Cormier è il direttore esecutivo della John Howard Society di Belleville. Dice che le overdose sono state difficili per il personale e per i clienti che fanno affidamento sul servizio di accoglienza che la sua organizzazione gestisce presso la Bridge Street United Church. (Dan Taekema/CBC)

Juby ha detto che vedere così tante persone che conosce andare in overdose allo stesso tempo è stato frustrante e spaventoso.

“È deludente. Fa male”, ha detto.

“Non so da dove venga, ma spero che si fermi.”

Causa non ancora nota

Mercoledì, la città ha tenuto una conferenza stampa riunendo funzionari dell’emergenza, della città e della sanità.

Mentre operatori per la riduzione del danno a Ottawa E Toronto hanno scoperto i tranquillanti per animali per quanto riguarda i farmaci locali, l’ufficiale medico sanitario della Hastings Prince Edward Public Health (HPEPH) ha detto che è troppo presto per determinare esattamente cosa ha causato l’ondata di overdose a Belleville.

“È troppo presto perché questo particolare evento possa sapere esattamente cosa potrebbe esserci nella fornitura di farmaci, quali potrebbero essere questi effetti particolari, ma questo fa parte di una tendenza generale che sta colpendo gravemente la comunità”, ha affermato il dottor Ethan Toumishey.

Il medico ha aggiunto che, sebbene il picco dei casi sia stato “particolarmente elevato” questa settimana, il problema non è nuovo.

“Continua a dare l’allarme, ma… l’allarme suona ormai da un po'”, ha detto Toumishey.

Tutto in un giorno12:23La polizia afferma che martedì i servizi di emergenza di Belleville sono intervenuti in 14 casi di overdose

La polizia di Belleville afferma che una “emergenza overdose” sta colpendo il centro della città. La Hastings Prince Edward Public Health ci ha raccontato come stanno lavorando per affrontare questo problema.

I leader di Belleville avevano lanciato l’allarme a novembre durante una precedente conferenza stampa nel mezzo di un’altra ondata di chiamate per overdose.

Martedì, il sindaco Neil Ellis ha affermato che la città affronta un “problema molto serio di droga, dipendenze e crisi di salute mentale”.

Lui e il capo della polizia Mike Callaghan hanno affermato che la situazione ha spinto le risorse di emergenza locali al limite e che il problema è troppo grande perché Belleville possa affrontarlo da solo.

Chiedono al governo provinciale un piano di aiuto.

“Abbiamo bisogno di fondi… risorse umane, risorse di capitale per affrontare questa situazione”, ha detto Ellis. “Non vedo nulla all’orizzonte.”

Stato di emergenza

Giovedì mattina la città ha dichiarato lo stato di emergenza per dipendenza, salute mentale e senzatetto, secondo un comunicato stampa. Ha esteso la richiesta di aiuto al governo federale.

“I nostri servizi di emergenza, il sistema sanitario e le risorse comunali sono al limite e noi lo stiamo facendo
vicino a un punto di rottura”, ha scritto Ellis.

“Abbiamo bisogno di un’azione seria e del sostegno da parte dei livelli più alti del governo per affrontare questa crisi.”

Meno di un’ora prima di questa dichiarazione, un portavoce del ministro della Sanità dell’Ontario, Sylvia Jones, ha inviato alla CBC una dichiarazione in cui indicava i 3,8 miliardi di dollari della provincia La tabella di marcia verso il benessere Piano di salute mentale e dipendenze.

Hanno affermato che gli investimenti specifici per Belleville includono quasi 35 milioni di dollari per le organizzazioni per la salute mentale e le dipendenze e quasi 2 milioni di dollari per accoppiare gli operatori sanitari con la polizia nelle chiamate di soccorso.

Mike Juby era fuori dalla Bridge Street United Church a Belleville, Ontario, martedì pomeriggio quando improvvisamente la gente ha iniziato a scendere sul marciapiede intorno a lui. C’erano “ambulanze a sinistra, a destra e al centro” mentre i paramedici caricavano le persone sulle barelle e le portavano d’urgenza in ospedale, ha ricordato. “Era brutto”, ha…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *