Briefing del giovedì – The New York Times

Un attacco di droni delle operazioni speciali statunitensi a Baghdad ha ucciso un alto leader di Kata’ib Hezbollahuna milizia che i funzionari statunitensi incolpano dei recenti attacchi contro il personale americano, ha detto il Pentagono.

Un alto funzionario di Kata’ib Hezbollah e il Corpo delle guardie rivoluzionarie iraniane hanno entrambi affermato che due comandanti sono stati uccisi nell’attacco. Un portavoce dei servizi di sicurezza iracheni ha affermato che l’attacco “ha violato la sovranità irachena e ha rischiato pericolose ripercussioni nella regione”.

Kata’ib Hezbollah, con sede in Iraq, è considerato un rappresentante dell’Iran. Gli Stati Uniti considerano il gruppo un’organizzazione terroristica. Un attacco di droni che i funzionari hanno attribuito al gruppo ha ucciso tre membri del servizio militare americano in Giordania alla fine di gennaio, spingendo il presidente Biden ad avviare una campagna di ritorsione.

I funzionari statunitensi hanno affermato che si concentreranno sulla riduzione degli arsenali delle milizie e sulla deterrenza degli attacchi contro le truppe statunitensi, senza avviare una guerra più ampia in Medio Oriente.

Analisi: Esperti e funzionari di sicurezza nazionale affermano in privato che per ridurre veramente la capacità delle milizie appoggiate dall’Iran, gli Stati Uniti dovrebbero portare avanti una campagna della durata di anni simile allo sforzo di sei anni per sconfiggere lo Stato Islamico in Iraq e Siria.

Imparentato: L’Iraq ha permesso sia alle forze appoggiate dagli Stati Uniti che a quelle appoggiate dall’Iran di operare sul suo territorio, raggiungendo un delicato equilibrio che sta diventando traballante.


Repubblicani al Senato bloccato una fattura abbinare decine di miliardi di dollari in aiuti a Israele e Ucraina con rigorose misure di sicurezza alle frontiere, silurando un compromesso che avevano chiesto prima che Donald Trump si opponesse apertamente al disegno di legge.

I democratici hanno cercato di salvare gli aiuti proponendo un disegno di legge autonomo sugli aiuti esteri, privato delle misure sull’immigrazione. Ma il voto è stato ritardato poiché alcuni senatori repubblicani hanno chiesto cambiamenti ai confini – solo poche ore dopo aver votato per intasare il pacchetto di aiuti che li conteneva.

Nonostante il ritardo, c’erano barlumi di speranza che il pacchetto di aiuti alla fine andasse avanti, una notevole inversione di tendenza dopo mesi di stallo. Chuck Schumer, democratico di New York e leader della maggioranza al Senato, ha detto che la Camera terrà una votazione oggi.

Citabile: “I repubblicani hanno detto che non possono attraversare l’Ucraina senza confine. Adesso dicono che non possono passare l’Ucraina con il confine. Oggi sto dando loro una scelta”, ha detto Schumer, aggiungendo: “Esorto i repubblicani a prendere il sì come risposta”.

Analisi: I funzionari hanno detto che il crollo del sostegno americano all’Ucraina era una possibilità reale, ma si concentravano sull’approvazione di un pacchetto di aiuti bipartisan.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu respinto una proposta di cessate il fuoco da Hamas, speranze vane di una pausa nella violenza a Gaza.

Ha anche detto che Israele ha diretto le sue forze per prepararsi ad operare a Rafah, una città al confine di Gaza con l’Egitto – e un rifugio per più di un milione di palestinesi, più della metà dell’intera popolazione del territorio.

Secondo un quotidiano libanese che ha accesso a persone che hanno familiarità con il piano, la proposta di Hamas prevedeva che le forze israeliane lasciassero finalmente Gaza del tutto e che Israele liberasse i palestinesi incarcerati. In cambio, Hamas libererebbe alcuni dei circa 100 ostaggi che ancora detiene.

Funzionari israeliani hanno affermato che un ostacolo chiave al piano di Hamas era la richiesta che le truppe israeliane si ritirassero completamente da Gaza.

“Non c’è soluzione oltre alla vittoria totale”, ha detto Netanyahu.

Potresti chiamarlo il grande scontro al curry: due famiglie in India stanno litigando che ha inventato il pollo al burroil matrimonio paradisiaco tra pollo tandoori e salsa di pomodoro amato ovunque venga servito il cibo dell’India settentrionale.

Il denaro e l’eredità di un ristorante storico sono in bilico dopo che una famiglia ne ha portata un’altra in tribunale per le origini del piatto. Ma i buongustai potrebbero non preoccuparsi dei dettagli, purché il piatto abbia un buon sapore.

Vite vissute: Aston Barrett ha creato ritmi ipnotici come bassista e direttore musicale di Bob Marley and the Wailers. Morì a 77 anni.

Una sconfitta umiliante: La fortuna della Corea del Sud alla fine è finita quando ha perso contro la Giordania nel Coppa d’Asia.

Guadagnare con le fake news: Rintracciare le persone che fanno soldi dalla disinformazione sul Manchester United.

Un nuovo nome e un nuovo inizio: Paloil team di Formula 1 precedentemente noto come Alfa Romeo, cerca di fermare il suo lungo declino con un restyling.

Il concorso Eurovision, in cui cantanti provenienti da dozzine di paesi competono davanti a decine di milioni di spettatori, non è un chiaro indicatore della guerra. Ma mentre il bilancio delle vittime civili a Gaza è aumentato, sono aumentate le richieste affinché Israele venga escluso dalla competizione di quest’anno.

Diverse importanti campagne guidate da artisti sostengono che le recenti decisioni di escludere Russia e Bielorussia costituiscono un precedente e che Israele dovrebbe essere messo al bando per le violazioni dei diritti umani. I funzionari dell’Eurovision rifiutano questi paragoni, ma quando Eden Golan, il ventenne concorrente israeliano, gareggerà, molti elettori probabilmente considerare qualcosa di più del semplice canto.

Un attacco americano ha ucciso un comandante della milizia Un attacco di droni delle operazioni speciali statunitensi a Baghdad ha ucciso un alto leader di Kata’ib Hezbollahuna milizia che i funzionari statunitensi incolpano dei recenti attacchi contro il personale americano, ha detto il Pentagono. Un alto funzionario di Kata’ib Hezbollah e il Corpo delle guardie…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *