Dai un’occhiata alla nave da guerra simile a una nave cisterna che gli Stati Uniti hanno utilizzato come base galleggiante dei Navy SEAL

  • La USS Lewis B. Puller è una base marittima di spedizione di stanza nel Mar Arabico.

  • I ribelli Houthi nello Yemen hanno affermato di aver colpito il Puller il 29 gennaio, ma i funzionari statunitensi lo hanno negato.

  • Il mese scorso, due Navy SEAL sono morti durante un’operazione di abbordaggio partita dal Puller.

La USS Lewis B. Puller è una base marittima di spedizione progettata per supportare un’ampia varietà di operazioni militari, comprese quelle che coinvolgono Marina Militare.

La base galleggiante viene schierata nel Mar Arabico in risposta agli attacchi in corso contro le navi mercantili nel Mar Rosso Ribelli Houthiun gruppo militante sostenuto dall’Iran nello Yemen.

L’ESB lungo 760 piedi ha una silhouette unica, con uno spazio hangar aperto sui lati sotto il vasto ponte di volo della nave che lo fa assomigliare a un parcheggio galleggiante. Era la rampa di lancio di un Navy SEAL missione a gennaio che ha sequestrato parti di missili destinate ai ribelli Houthi.

Le foto mostrano l’enorme nave da guerra e le operazioni condotte a bordo.

Prende il nome da una leggenda

I marines americani si preparano a decollare dalla USS Lewis B Puller nel Mar Rosso.I marines americani si preparano a decollare dalla USS Lewis B Puller nel Mar Rosso.

I marines americani si preparano a decollare dalla USS Lewis B Puller nel Mar Rosso.Foto dell’aeronautica americana del sergente. Aaron Irvin

Il Puller prende il nome dal tenente generale Lewis “Chesty” B. Pulleril Marine più decorato della storia e l’unico a ricevere cinque Navy Cross.

Il leader dei marine ha prestato servizio per 37 anni ed è noto soprattutto per aver combattuto nelle campagne della seconda guerra mondiale e della guerra di Corea. Gli fu assegnata la quinta Navy Cross nella battaglia del bacino idrico di Chosin nel 1950.

La sua citazione di premio dalla battaglia ha detto che Puller “è servito a ispirare i suoi uomini a sforzi eroici in difesa delle loro posizioni e ha assicurato la sicurezza di molte attrezzature preziose che altrimenti sarebbero andate perse a causa del nemico”.

Il primo ESB della Marina americana

Un elicottero MV22 Osprey si prepara ad atterrare a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Un elicottero MV22 Osprey si prepara ad atterrare a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.

Un elicottero MV22 Osprey si prepara ad atterrare a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto della Marina degli Stati Uniti dello specialista di comunicazione di massa di seconda classe Dawson Roth

La Puller è la nave principale della classe di navi Expeditionary Sea Base (ESB) della Marina e la prima nave base mobile appositamente costruita del servizio.

È uno dei sei della sua classe, tra cui la USS Hershel “Woody” Williams, la USS Miguel Keith, la USS John L. Canley, la USS Robert E. Simanek e la USS Hector A. Cafferata Jr. La Canley è stata schierata nell’agosto 2023; gli ultimi due sono attualmente in costruzione.

Il suo ponte è abbastanza grande da far atterrare aerei da trasporto come il MV-22 Osprey e il CH-53 Super Stallonee può varare piccole imbarcazioni per missioni anfibie o squadre d’arrembaggio.

La prima nave statunitense commissionata fuori dall’America

un capitano militare saluta un ufficiale di cabina di pilotaggio con un elicottero dietro di luiun capitano militare saluta un ufficiale di cabina di pilotaggio con un elicottero dietro di lui

Il capitano David Skarosi saluta l’ufficiale del ponte di volo dopo l’atterraggio sulla base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto dell’esercito americano di Spc. Federico Poirier

Nel 2017, la Puller è stata convertita in una nave da guerra navale durante una cerimonia in Bahrein, diventando così la prima nave statunitense ad essere commissionata al di fuori dell’America.

Si differenzia dalle due precedenti navi di supporto portuale per il trasferimento di spedizione della Marina, la USNS Montford Point e la USNS John Glenn, in quanto gli ESB possono operare in missioni più impegnative e a bassa intensità in confronto, hanno detto i funzionari della Marina.

Il Puller, ad esempio, può operare entro poche decine di miglia dagli avversari e può farlo incontrano regolarmente aerei da combattimento, droni e navi di superficie.

“Mentre l’ambiente di sicurezza diventa sempre più veloce, più complesso e sempre più competitivo, con la sfida sempre crescente ed in evoluzione delle minacce asimmetriche da parte di attori statali e non statali, la Marina ha una crescente necessità di stazionare navi da guerra più diversificate e capaci intorno al globo”, ha dichiarato il vice ammiraglio Donegan, comandante del comando centrale delle forze navali, in una dichiarazione del 2017. “La messa in servizio di questa base marittima di spedizione, la USS Lewis B. Puller, consentirà alla squadra della Marina e del Corpo dei Marines di affrontare le minacce nel regione a testa alta.”

Navy SEAL scomparsi

un dhow accompagnò una nave militare più grandeun dhow accompagnò una nave militare più grande

Il dhow fu portato accanto alla USS Lewis B. Puller e i materiali avanzati per le armi convenzionali furono scaricati.Foto di cortesia del Comando Centrale degli Affari Pubblici degli Stati Uniti

L’11 gennaio il Puller è stato coinvolto in un’operazione sequestrare parti di missili iraniani da un dhow al largo delle coste della Somalia nelle acque internazionali del Mar Arabico.

I Navy SEAL furono lanciati su una piccola barca dal Puller per una missione nota come visita, imbarco, perquisizione e sequestro o VBSS. I SEAL si sono avvicinati al dhow su una barca veloce e si sono arrampicati su una scaletta della nave per trattenerne l’equipaggio e perquisire le sue stive alla ricerca di armi dirette allo Yemen.

In un evento rarodue Marina Militare coinvolti nell’operazione erano dichiarato disperso in mare dopo che un SEAL è scivolato dalla scala e il suo compagno di squadra è saltato dentro per salvarlo. Li avevamo successivamente ritenuto morto domenica dopo una ricerca “esaustiva” durata 10 giorni.

Attacco contestato degli Houthi

i marines stanno sul ponte di volo di un ESB mentre un elicottero volteggia soprai marines stanno sul ponte di volo di un ESB mentre un elicottero volteggia sopra

La forza di raid marittimo della 15a unità di spedizione marina si aggancia velocemente alla base mobile di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto della Marina degli Stati Uniti dello specialista di comunicazione di massa di 2a classe Kristina Young/rilasciato

La settimana scorsa, il portavoce Houthi Brig. Il generale Yahya Saree ha affermato senza prove di aver lanciato un missile contro la Puller mentre la nave stava attraversando il Golfo di Aden come “parte di misure militari volte a difendere lo Yemen e sostenere il popolo palestinese oppresso”.

Funzionari della difesa hanno negato che la nave sia stata attaccata.

Garage galleggiante da 650 milioni di dollari

Un collega elettricista partecipa alla formazione di ricerca e salvataggioUn collega elettricista partecipa alla formazione di ricerca e salvataggio

Un collega elettricista assegnato alla base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller partecipa all’addestramento di ricerca e salvataggio durante un’esercitazione nel Golfo Persico.Foto dell’esercito americano di SPC Frederick Poirier

La piattaforma mobile marittima da 650 milioni di dollari è stata costruita dalla General Dynamics National Steel and Shipbuilding Company. Quasi somigliante a un garage galleggiante con una cabina di pilotaggio, è stato progettato per includere strutture aeronautiche, supporto per l’allestimento delle attrezzature e risorse di comando e controllo.

Il Puller può viaggiare a 15 nodi e ha un raggio operativo di 9.500 miglia nautiche.

Funzionalità dell’ESB

Il compagno di un nostromo dell'aviazione segnala a un elicottero il ponte di volo di un ESBIl compagno di un nostromo dell'aviazione segnala a un elicottero il ponte di volo di un ESB

Il compagno di un nostromo dell’aviazione segnala a un elicottero MH-60S Seahawk a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto della Marina degli Stati Uniti dello specialista di comunicazione di massa di seconda classe Elliot Schaudt

Il Puller ha un ponte di volo spazioso con quattro punti di atterraggio ad ala rotante, un ponte di missione e un hangar, sebbene lo spazio sia più piccolo di una portaerei. Il suo design consente alla nave di fungere da punto di trasferimento per piccoli aerei da sbarco per attrezzature e merci.

La poppa della nave ospita alloggi e spazi di lavoro funzionali per il suo equipaggio ibrido di membri civili e militari.

Equipaggi Blu e Oro

I marines americani partecipano all'addestramento all'imbarco sulle naviI marines americani partecipano all'addestramento all'imbarco sulle navi

I marines americani partecipano all’addestramento all’imbarco sulle navi a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto della Marina degli Stati Uniti dello specialista di comunicazione di massa di seconda classe Elliot Schaudt

Un tipico equipaggio dell’ESB comprende 44 membri del personale di comando del trasporto marittimo militare e 101 militari, con alloggi per un massimo di 250 persone.

L’equipaggio militare del Puller opera su un modello rotazionale e gli equipaggi Blue e Gold si alternano dentro e fuori dallo scafo ogni cinque mesi. Ciò consente alla nave di rimanere schierata e operare in aree pericolose per periodi più lunghi.

Il Puller ha preso parte a numerose operazioni intorno al Mar Arabico.

Nel dicembre 2022, le forze navali a bordo del Puller hanno sequestrato munizioni, micce e propellenti per razzi dopo aver intercettato un peschereccio nel Golfo di Oman.

Il peschereccio, che si trovava su una rotta marittima dall’Iran allo Yemen, contrabbandava illegalmente più di 50 tonnellate di armi agli Houthi, tra cui più di 1 milione di munizioni da 7,62 mm, quasi 7.000 micce di prossimità per razzi e oltre 2.100 chilogrammi di munizioni. propellente utilizzato per lanciare granate a razzo.

Il Puller è stato anche coinvolto in una missione antidroga nel gennaio 2022, recuperando 14,7 milioni di dollari in droghe illecite e salvando marinai feriti nel Golfo di Oman.

Esercitazioni a fuoco vivo

I marinai schierati a bordo della USS Lewis B. Puller sparano con una mitragliatrice calibro .50.I marinai schierati a bordo della USS Lewis B. Puller sparano con una mitragliatrice calibro .50.

I marinai schierati a bordo della USS Lewis B. Puller sparano con una mitragliatrice calibro .50.Foto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti di Cpl. Jessica Y. Lucio/rilasciato

L’equipaggio militare a bordo del Puller conduce anche una serie di addestramenti ed esercitazioni durante gli schieramenti. La foto sopra mostra un’esercitazione a fuoco vivo con un Mitragliatrice Browning calibro .50.

Affinare le abilità di combattimento

un marine spara con una carabina contro un bersaglioun marine spara con una carabina contro un bersaglio

Un marine statunitense spara con una carabina M4A1 durante l’addestramento al tiro di combattimento sul ponte di volo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti del sergente. Sara Stegall

I marines partecipano anche all’addestramento al tiro in combattimento attraverso un corso intensivo di tiro e partecipano ad altre esercitazioni. Alcuni degli altri tipi di allenamento possono essere visti nelle foto seguenti.

Addestramento all’imbarco sulla nave

un marine sale una scala a bordo di una naveun marine sale una scala a bordo di una nave

Un marine statunitense partecipa all’addestramento all’imbarco sulle navi a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto della Marina degli Stati Uniti dello specialista di comunicazione di massa di seconda classe Elliot Schaudt

Esercitazioni marittime

I marinai abbassano un gommone a scafo rigidoI marinai abbassano un gommone a scafo rigido

I marinai abbassano un gommone a scafo rigido prima delle operazioni su piccole imbarcazioni a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller.Foto dell’esercito americano di Spc. Federico Poirier

‘Un concetto rivoluzionario’

I Marines americani salgono a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller dal gommoneI Marines americani salgono a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller dal gommone

I marines americani assegnati al distaccamento di ricognizione di tutti i domini, 15a unità di spedizione marina, salgono a bordo della base marittima di spedizione USS Lewis B. Puller da un gommone a scafo rigido di 11 metri.Foto del Corpo dei Marines degli Stati Uniti del sergente. Sara Stegall

“La Puller non è solo un’altra nave, ma un concetto rivoluzionario; una nave che ci fornisce una piattaforma chiave che fornirà continuità a una varietà di operazioni”, ha detto Donegan quando la Puller è stata commissionata.

“La USS Lewis B. Puller, che prende il nome dal marine più decorato della storia americana, fornirà maggiore flessibilità operativa alla 5a flotta, schierata in avanti come la prima nave costruita appositamente allo scopo di servire come base marittima di spedizione”, ha aggiunto. “In quanto tale, aumenterà le nostre forze anfibie, non le sostituirà, minerà le forze di contromisura e fornirà una base marittima di spedizione per operazioni di sicurezza marittima in tutta la regione”.

Leggi l’articolo originale su Business Insider

(tagToTranslate)Navy SEAL

La USS Lewis B. Puller è una base marittima di spedizione di stanza nel Mar Arabico. I ribelli Houthi nello Yemen hanno affermato di aver colpito il Puller il 29 gennaio, ma i funzionari statunitensi lo hanno negato. Il mese scorso, due Navy SEAL sono morti durante un’operazione di abbordaggio partita dal Puller. La USS…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *