Ho subito un intervento chirurgico pericoloso a 16 anni per fermare l’eccessivo rossore sul viso e mi ha rovinato la vita. Decenni dopo, non riesco a provare emozioni.

colpo alla testa di John Larsen che beve caffè

John Larsen dopo l’intervento chirurgico per far arrossire il viso.Per gentile concessione di John Larsen

  • Quando era bambino, arrossiva molto e aveva le mani sudate, più della media di un adolescente.

  • A 16 anni, ha subito una simpatectomia toracica endoscopica per correggere il suo eccessivo rossore al viso.

  • Adesso ha 40 anni e soffre ancora degli effetti collaterali dell’intervento; non riesce a provare emozioni.

Questo saggio è basato su una conversazione con John Larsen. È stato modificato per lunghezza e chiarezza.

CrescendoEro estroverso e mi piaceva stare di fronte alla gente, ma quando ho raggiunto l’adolescenza, sono diventato sempre più consapevole di un problema.

Diventerei rosso come una barbabietola in situazioni imbarazzanti.

Da adolescente, questo era problematico e limitante. Non potevo fare le cose che volevo fare: sentirmi a mio agio nell’avvicinare una ragazza, parlare davanti alla classe, fare teatro. Diventerei cremisi ogni volta.

Avevo anche i palmi eccessivamente sudati. Insieme, queste cose mi hanno fatto sentire ancora più a disagio del solito adolescente. IO si sentiva depresso.

A peggiorare le cose, gli altri ragazzi a scuola se ne accorgevano e commentavano: “Oh, mio ​​Dio, sei così rosso. Cosa c’è che non va?”

Ho provato prima i beta bloccanti

Inizialmente il mio medico mi ha prescritto dei beta-bloccanti. Rallentano la frequenza cardiaca e possono ridurre il rossore del viso. Hanno funzionato per un po’, ma non avevo voglia di prendere per il resto della mia vita una pillola che avrebbe potuto effetti collaterali.

Fu allora che lessi per la prima volta delle simpatectomie toraciche endoscopiche.

L’intervento chirurgico è spesso cercato per mitigare sudorazione eccessiva (di solito dei palmi delle mani), ma a volte viene utilizzato per arrossare il viso. Ho pensato che sarebbe stato fantastico affrontare i miei palmi scomodamente sudati. Ma il motivo principale era il rossore al viso. Volevo solo che smettesse di trattenermi. Ho convinto mia madre ad accompagnarmi per un consulto. avevo 15 anni

Ho detto al mio medico di base sull’intervento chirurgico ETS e loro hanno esaminato la questione per me. Mi hanno indirizzato da un dermatologo che ha valutato i problemi derivanti dal mio rossore e dalla mia sudorazione. Sono stato quindi indirizzato a un chirurgo specialista che si occupava specificamente della regione toracica del corpo.

La mamma era cauta e un po’ preoccupata. Ma da quello che leggevamo la procedura sembrava sicura. Nessuna madre vuole vedere soffrire il proprio figlio. È stata di supporto in base alle informazioni che abbiamo appreso dal medico e dalle nostre letture.

Il chirurgo ha sorvolato sugli effetti collaterali come se non ci fossero nulla di cui preoccuparsi. Ha accennato brevemente che potrei sudare eccessivamente in altre parti del mio corpo. Questo è tutto.

Quando ho subito l’intervento chirurgico, avevo 16 anni sgonfiando i polmoni uno alla voltadistruggendo quindi una porzione del tronco del nervo simpatico nella regione toracica, che interrompe i messaggi neurali che danno al cervello segnali su reazioni emotive, cambiamenti ambientali come la temperatura e fattori scatenanti tra cui la lotta o la fuga.

Gli effetti collaterali durano decenni

L’intervento è durato meno di un’ora e ha cambiato tutta la mia vita. Adesso ho 40 anni e sto ancora sperimentando strani effetti collaterali, nessuno dei quali è stato rivelato in anticipo.

In tutta onestà, le mie mani ora sono per lo più asciutte. E il rossore al viso inizialmente è migliorato, anche se non è stato completamente risolto. A quel tempo, ero devastato per questo. Avrei voluto riprendermi la mia vita. Sarebbe diventata l’ultima delle mie preoccupazioni.

Gli effetti collaterali permanenti della chirurgia ETS sono stati brutali.

Ho imparato che, per alcuni, tagliare il nervo simpatico riduce le risposte alle emozioni forti, come la paura o le risate. Ora sono robotico nei miei stati emotivi. C’è una nebbia sempre presente; Mi sento dissociato. ETS è stato rispetto a una lobotomia moderna da alcuni che hanno sofferto in modo simile effetti collaterali come me.

Mi sento derubato delle mie emozioni adulte. Ma so che mi manca qualcosa. Viene spesso sottolineato da chi mi circonda.

Ci sono altri effetti collaterali barbarici, come la disregolazione termica. Ho temperature corporee variabili che si verificano contemporaneamente. È una battaglia senza fine. Ci sono macchie sul letto da quanto I sudare di notte – soprattutto sul collo, sulla schiena e sul petto. Ciò accade anche quando fa freddo.

Anche a me è rimasto bassa pressione sanguigna, che influisce sulla mia frequenza cardiaca. Ha creato alcune situazioni profondamente spiacevoli, soprattutto quando avevo vent’anni. La mia frequenza cardiaca a riposo era pari a quella di un atleta professionista. Mi svegliavo con la sensazione di morire, con palpitazioni terribili. Il mio cuore perderebbe battiti. Ho trascorso gran parte del tempo spaventato. Ci è voluto un po’ perché la situazione migliorasse.

Ho parlato con i miei medici di base nel corso degli anni, ma hanno una conoscenza limitata della mia condizione e non hanno modi pratici per mitigare questi effetti collaterali. Ho visto anche specialisti come cardiologi. Ma rimango in gran parte all’oscuro e continuo a soffrire.

Ho dovuto convivere con la decisione che ho preso in modo ignorante da adolescente per tutta la mia vita. Non sono completamente sconvolto, ma sono incompleto.

Ora mi rendo conto che il rossore sul viso che ho provato da adolescente era l’ultimo dei miei problemi. Volevo una soluzione per tutto, ma alcune cose non hanno bisogno di una soluzione. Si tratta di accettare te stesso.

Leggi l’articolo originale su Business Insider

(tagToTranslate)arrossamento del viso

John Larsen dopo l’intervento chirurgico per far arrossire il viso.Per gentile concessione di John Larsen Quando era bambino, arrossiva molto e aveva le mani sudate, più della media di un adolescente. A 16 anni, ha subito una simpatectomia toracica endoscopica per correggere il suo eccessivo rossore al viso. Adesso ha 40 anni e soffre ancora…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *