I medici di famiglia dell’Ontario si incontrano online per discutere percorsi professionali alternativi nel mezzo della crisi delle cure primarie

Lunedì sera un gruppo di medici di famiglia si è riunito per parlare di percorsi professionali alternativi perché si sostiene che la pratica della medicina di famiglia non è sostenibile in Ontario.

Il dottor Ramsey Hijazi, fondatore dell’Ontario Union of Family Physicians, un gruppo di oltre 1.700 medici, ha affermato che l’organizzazione aveva pianificato un movimento di massa di medici per prendersi un “giorno libero coordinato” lunedì, ma ha deciso invece di tenere un incontro virtuale per evitare qualsiasi impatto sulla cura del paziente. Al vertice sulla carriera hanno preso parte circa 150 medici di famiglia.

Hijazi, medico di famiglia a Ottawa, ha affermato che lo scopo dell’incontro era attirare l’attenzione sulla crisi che i medici di famiglia stanno affrontando. Ha affermato che la medicina di famiglia in Ontario è insostenibile a causa dei finanziamenti inadeguati da parte del Ministero della Salute dell’Ontario e della quantità di tempo che i medici di famiglia devono dedicare al lavoro amministrativo, che si stima sia di circa 19 ore settimanali.

“Ciò dimostra davvero quanto sia terribile la situazione e, francamente, quanto siano disperati i medici di famiglia”, ha detto.

Hijazi ha detto dopo l’incontro che i medici hanno parlato della possibilità di passare dalla medicina di famiglia ad altri campi, come la medicina ospedaliera o quella estetica.

“Ha dato a molti medici la sensazione che ci siano opzioni là fuori e che non devi sentire di non avere il controllo sulla tua situazione futura”, ha detto.

Hijazi ha affermato che l’incontro aveva lo scopo anche di attirare l’attenzione su ciò che i medici ritengono sia una mancanza di buona volontà da parte del Ministero della Salute nei negoziati con l’Ontario Medical Association (OMA) per il prossimo accordo sui servizi medici, che determina quanti soldi i medici possono fatturare al governo. per fornire assistenza nell’ambito dell’OHIP.

L’attuale accordo scade il 31 marzo. L’OMA rappresenta oltre 43.000 medici, studenti di medicina e medici in pensione nella provincia.

In una petizione online, il sindacato afferma che è importante riconoscere che i medici di famiglia sono proprietari di piccole imprese che devono affrontare sfide finanziarie “significative”.

Dott.  Ramsey Hijazi
Il dottor Ramsey Hijazi, fondatore dell’Ontario Union of Family Physicians, un gruppo di oltre 1.700 medici, afferma: “ciò dimostra davvero quanto sia terribile la situazione e, francamente, quanto siano disperati i medici di famiglia”. (CBC)

“I medici di famiglia in Ontario sono pagati dal governo attraverso finanziamenti destinati a coprire varie spese come l’affitto, gli stipendi del personale, i servizi infermieristici, le cartelle cliniche elettroniche, i computer, le bollette telefoniche, i servizi pubblici e altro ancora. Tuttavia, questi finanziamenti sono rimasti stagnanti per molto tempo.” troppo tempo e non è riuscito a tenere il passo con l’aumento dei costi e dell’inflazione. Di conseguenza, i medici di famiglia faticano a far fronte alle spese operative di base”, si legge nella petizione.

“Il nostro governo deve sostenere le cure primarie”

La dottoressa Alia Dharamsi, medico del pronto soccorso dell’University Health Network, ha affermato di non essere sorpresa dal fatto che i medici si stiano mobilitando per far sentire la loro voce. Lei non fa parte del gruppo.

“Il nostro governo deve sostenere le cure primarie. Questa è la conclusione. Abbiamo bisogno dei medici di famiglia. Sono la spina dorsale del nostro sistema sanitario. Sono l’impalcatura. Senza di loro, tutto crolla”, ha detto.

“Quello che sappiamo è che la popolazione è in espansione, la nostra popolazione sta invecchiando, i bisogni delle persone nel sistema sanitario non fanno che aumentare e crescere, ma ciò che non si espande è il sostegno finanziario per i nostri medici di famiglia”, ha aggiunto.

“Non è possibile avere risorse limitate per sostenere una popolazione in crescita infinita.”

In una dichiarazione di lunedì, l’OMA ha affermato di essere a conoscenza dell’incontro e ha osservato che i medici non sono autorizzati a scioperare in base all’accordo con il governo.

“Apprezziamo le sfide significative che i medici di famiglia stanno affrontando. Apprezziamo anche le frustrazioni che devono affrontare con le barriere a livello di sistema nella pratica della medicina di famiglia completa”, si legge nella dichiarazione.

L’OMA ha affermato che risolvere la crisi della medicina di famiglia è una delle sue massime priorità.

GUARDA | Lo stato della medicina di famiglia in Canada:

“Mi sento come se stessi fallendo”: all’interno della crisi dei medici di famiglia in Canada

La crisi della medicina di famiglia ha due facce e profonde conseguenze per tutti noi. Nick Purdon incontra un paziente anziano nelle zone rurali dell’Ontario che sta cercando di trovare un medico di famiglia da un anno e un medico di famiglia sopraffatto che ammette di aver perso qualcosa con i suoi pazienti.

L’Ontario afferma che sta facendo “investimenti record”

Il Ministero della Salute, da parte sua, ha dichiarato lunedì in una dichiarazione che sta aggiungendo migliaia di medici espandendo le scuole di medicina, inclusa quella dell’Università di Ottawa, e espandendo i team di assistenza primaria interdisciplinari, che secondo lui collegheranno il 98% dell’Ontario. residenti a un fornitore di cure primarie.

In un comunicato stampa del 1° febbraio, il ministro della Sanità dell’Ontario Sylvia Jones ha affermato che la provincia sta investendo 110 milioni di dollari per collegare fino a 328.000 persone ai team di assistenza primaria, cosa che, secondo lei, avvicinerà la provincia al collegamento di tutti in Ontario all’assistenza primaria.

“Il nostro governo sta facendo investimenti record per garantire che tutti coloro che desiderano avere un fornitore di cure primarie possano connettersi ad uno”, ha affermato Jones nel comunicato. “Anche se c’è ancora molto lavoro da fare, dare a centinaia di migliaia di cittadini dell’Ontario l’opportunità di connettersi alle cure primarie ci avvicina molto di più a questo obiettivo.”

Lunedì sera un gruppo di medici di famiglia si è riunito per parlare di percorsi professionali alternativi perché si sostiene che la pratica della medicina di famiglia non è sostenibile in Ontario. Il dottor Ramsey Hijazi, fondatore dell’Ontario Union of Family Physicians, un gruppo di oltre 1.700 medici, ha affermato che l’organizzazione aveva pianificato un…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *