Il “disastro” elettorale che inizia a terrorizzare il team Trump

Nel mezzo dell’anno scorso, molti di Donald TrumpI più stretti consiglieri di, compresi alcuni membri dello staff senior della sua campagna 2024, hanno iniziato a notare una tendenza inquietante nei sondaggi indipendenti e nei dati dei sondaggi interni repubblicani: una quota significativa di elettori indecisi negli stati chiave – anche alcuni repubblicani – afferma che non vorrebbe votare. per un criminale appena condannato.

La tendenza li ha spaventati abbastanza tanto che, negli ultimi mesi, alcuni di questi funzionari e alleati politici hanno avvertito direttamente Trump di una possibile catastrofe imminente per la sua candidatura presidenziale nel 2024, dicono due persone con conoscenza diretta della questione. Rolling Stone.

Per la maggior parte, Trump ha ignorato tali avvertimenti, poiché lui e i vertici della sua campagna si appoggiano pubblicamente alla spavalderia e al loro messaggio che Il presidente Joe BidenLe prospettive di rielezione di novembre sono inequivocabilmente condannate. Eppure, Trump e il suo team legale lo sono lavorando diligentemente per ritardare i suoi processi penalinella speranza di poter garantire ancora una volta la presidenza – e il potere di annullare i casi – prima che arrivino eventuali condanne.

Hanno avuto almeno un certo successo: venerdì, il giudice del caso di sovversione elettorale di Trump a Washington, DC, ha dichiarato che il processo non avrà luogo il 4 marzo, come originariamente previsto, e sarà riprogrammato in una data successiva.

I repubblicani vicini all’ex presidente e attuale favorito del GOP nel 2024 hanno monitorato attentamente i risultati dei sondaggi – soprattutto in una manciata di stati campo di battaglia che decideranno l’attesa rivincita Biden-Trump – di probabili elettori indecisi che affermano di essere disponibili a tirare la leva per Trump. , con un importante avvertimento. Molti di questi intervistati, incluso il blocco cruciale degli indipendenti che si autoidentificano, continuano a dire che non voterebbero per Trump se, prima delle elezioni, una giuria avesse emesso un verdetto di colpevolezza in uno dei casi penali contro di lui.

In una serie di sondaggi nazionali e statali, questa variabile – se Trump sia condannato penalmente – mette in pericolo quello che è stato un vantaggio moderato di Trump. Per diversi mesi, questa tendenza ha continuato ad apparire in una serie di sondaggi di alta qualità, sia pubblici che privati, tra cui, recentemente, come questa settimana.

Ma anche se l’élite del MAGA insiste pubblicamente sul fatto che Biden è storicamente vulnerabile come presidente in carica, la tendenza dei sondaggi è diventata sempre più difficile da ignorare per i luogotenenti di Trump, secondo le interviste con sette fonti informate come attivisti conservatori vicini a Trump 2024, funzionari che lavorano sulla campagna dell’ex presidente, sugli agenti repubblicani di lunga data e sugli alleati di Trump nei media di destra.

“(Alla fine dell’anno scorso), gli ho detto che i sondaggi dicevano che una condanna lo avrebbe colpito con alcuni degli elettori che ha bisogno di mantenere nella sua rubrica per vincere”, dice una fonte che ha parlato molte volte con Trump del 2024. “Ho detto che era qualcosa da prendere molto sul serio, ma non necessariamente un colpo mortale… Ma nei miei pensieri, continuavo a pensare: ‘Sarebbe un fottuto disastro.’ Ma lo scopriremo, immagino. Speriamo che le persone stiano mentendo ai sondaggisti”.

All’interno dei vertici del Team Trump, esiste una gamma di opinioni su cosa significano esattamente questi numeri. Alcuni dicono che è troppo presto e che è tutto teorico, e quindi forse un miraggio elettorale. Altri sono preoccupati, ma non si danno fuoco. Alcuni sostengono in privato che una condanna penale potrebbe essere fatale per le possibilità di Trump di riconquistare la Casa Bianca.

Lo dice un altro stretto alleato di Trump Rolling Stone che, sebbene ci siano molte variabili e il sondaggio di Biden sia straordinariamente terribile, non riescono a scrollarsi di dosso la sensazione che un giorno guarderanno indietro a questa tendenza dei sondaggi come un segnale di avvertimento rosso vivo, paragonabile ai segnali di presagio che l’avversario di Trump del 2016 ha visto per mesi prima della sua sconfitta.

Come sottolinea questo alleato di Trump, la campagna della candidata democratica alle presidenziali del 2016 Hillary Clinton è stata in parte deragliata da un’indagine dell’ex direttore dell’FBI James Comey. L’alleato nota che la Clinton “aveva (il direttore dell’FBI James) Comey che incombeva su di lei per la campagna del 2016. Non è stata l’unica cosa ad abbatterla, ma è stata una cosa significativa… hackerare la sua campagna per mesi. Una condanna penale sarà il nostro momento Hillary-Comey, se alla fine ci sarà un verdetto di colpevolezza prima delle elezioni? È una domanda che in un certo senso mi perseguita e ne ho discusso con alcuni esponenti della campagna del presidente Trump e con persone che l’(ex) presidente ascolta”.

Lo racconta Steven Cheung, portavoce di Trump Rolling Stone: “Queste cacce alle streghe dirette da Joe Biden, assistite dai media mainstream con notizie false, sono solo tentativi disperati di interferenza elettorale intesi a cercare di privare gli elettori del diritto di voto perché il presidente Trump sta dominando nei sondaggi. Questa è tutta una politica vile da parte dei nemici del presidente Trump perché faranno tutto ciò che è in loro potere, compreso l’utilizzo della legge come arma, per fermare il presunto candidato repubblicano alla presidenza e al prossimo presidente degli Stati Uniti”.

Durante le primarie presidenziali repubblicane del 2024, l’incombente responsabilità penale di Trump si è rivelata, se non altro, più un vantaggio che un problema, poiché i suoi rivali si sono dimostrati ansiosi di fare eco alle accuse di Trump secondo cui è ingiustamente perseguitato. Nel corso di tutti i casi, anche i fan più devoti di Trump sono rimasti al suo fianco. Le migliori raccolte fondi dell’ex presidente hanno tutto seguirono i suoi arresti e le denunce nei vari processi contro di lui, il più grande dei quali è seguito alla sua ammonizione e alla foto segnaletica nel caso di cospirazione elettorale della contea di Fulton, in Georgia.

Ma al di fuori del suo nucleo di ferventi sostenitori, i sondaggi suggeriscono che Trump avrebbe difficoltà a mantenere il sostegno tra la periferia esterna dei repubblicani nel caso in cui venisse condannato in uno dei suoi processi.

“È sempre sembrato che i democratici trovassero lo strumento perfetto per prendere il sopravvento nelle elezioni del 2024. I processi contro Trump lo hanno chiaramente favorito alle primarie, ma i dati hanno costantemente dimostrato che è probabile che sia mortale per lui tra gli elettori indecisi di cui ha bisogno per vincere le elezioni generali, soprattutto se c’è una condanna”, dice Matt Wolking, un ex funzionario della campagna Trump 2020 che in precedenza ha servito come alto funzionario presso Never Back Down, un super PAC che sostiene la fallita campagna presidenziale del governatore della Florida Ron DeSantis.

I dati sono cambiati nel tempo e tra le società di sondaggi, ma il messaggio rimane lo stesso: la condanna potrebbe indurre un numero significativo di repubblicani a riconsiderare il proprio sostegno. All’indomani dell’arresto di Trump nel caso di cospirazione elettorale del procuratore speciale, quasi la metà dei repubblicani intervistati di Reuters/Ipsos ha dichiarato che non voterà per lui in caso di condanna. Un sondaggio simile seguito alle accuse del caso elettorale del procuratore speciale Jack Smith ha rilevato che la maggior parte degli elettori credeva che le accuse contro Trump fossero “serio” e che dovrebbe andare in prigione se giudicato colpevole.

È scesa la percentuale di repubblicani che hanno dichiarato che non voterebbero per Trump in caso di condanna 31 per cento secondo un sondaggio Reuters/Ipsos condotto a dicembre, ma rappresenta ancora una seria minaccia per la campagna Trump 2024.

L’impatto di una condanna potrebbe essere ancora più pronunciato tra gli elettori negli stati chiave in cui Trump ha bisogno di vincere per sconfiggere Biden. Secondo sondaggio di Notizie Bloomberg e consultazione mattutina Pubblicato mercoledì, più della metà degli elettori in sette stati chiave del conflitto afferma che una condanna impedirebbe loro di votare per Trump. Tra gli elettori che hanno opinioni negative su entrambi i candidati, tale percentuale sale al 79%.

Naturalmente, non tutti nell’orbita di Trump sono profeti di sventure al riguardo.

“Se non altro, i procedimenti penali di Donald Trump non hanno fatto altro che rafforzarlo in queste elezioni”, dice il pastore della megachiesa di Dallas Robert Jeffress, che è stato per anni consigliere religioso di Trump. “Quante volte abbiamo sentito predire che le accuse avrebbero distrutto la sua campagna?”

Jeffress continua: “Alcuni consulenti politici sono ovviamente pagati per preoccuparsi e per essere molto cauti. È una campagna politica con molte parti in movimento. So cosa dicono alcuni sondaggi, ma sono fiducioso che gli elettori indipendenti, il giorno delle elezioni, guarderanno al completo collasso e al marciume portato da Biden, e decideranno che dobbiamo votare per qualcuno che ha reso forte il Paese. Ero con Donald Trump (giovedì) e gli ho detto che il suo sostegno evangelico, ad esempio, non è mai sembrato più forte, anche rispetto al 2020 e al 2016”.

A parte la condanna, uno spettacolo quotidiano che rimette in discussione le teorie del complotto di Trump sulle elezioni del 2020 mentre i casi vanno al processo potrebbe anche influenzare la prestazione di Trump in una rivincita in sospeso con Biden. I candidati sostenuti da Trump che hanno fatto della “grande menzogna” di Trump sulle elezioni presidenziali del 2020 una caratteristica delle loro candidature hanno avuto la tendenza a ottenere scarsi risultati nelle elezioni di medio termine del 2022, suggerendo che gli elettori sono stanchi della questione. Ma l’ex presidente l’ha già fatto ha fatto pressioni sui suoi avvocati di utilizzare il suo imminente processo di sovversione elettorale DC come piattaforma per spingere ulteriormente le sue bugie elettorali.

Se Trump dovesse sconfiggere Biden nelle elezioni generali di quest’anno, lo farebbe ancora una volta ottenere l’immunità presidenziale dai procedimenti penalie la sua amministrazione potrebbe effettivamente cancellare i casi federali contro di lui – e forse anche tenerlo fuori di prigione. In effetti, Trump suggerisce da anni ai suoi confidenti che ha bisogno di essere di nuovo presidente in parte proprio per questi vantaggi.

“Questa campagna è focalizzata sulla missione da raggiungere: vincere”, dice Cheung, il portavoce di Trump. “E abbiamo schiacciato la concorrenza e continuiamo a dominare Crooked Joe in ogni singolo stato campo di battaglia perché gli elettori sono stufi (e) stanchi degli ultimi quattro anni di una presidenza fallita, e sanno che il presidente Trump è l’unica persona che può portare il nostro paese indietro.”

Altro da Rolling Stone

Il meglio di Rolling Stone

(tagToTranslate)Donald Trump

Nel mezzo dell’anno scorso, molti di Donald TrumpI più stretti consiglieri di, compresi alcuni membri dello staff senior della sua campagna 2024, hanno iniziato a notare una tendenza inquietante nei sondaggi indipendenti e nei dati dei sondaggi interni repubblicani: una quota significativa di elettori indecisi negli stati chiave – anche alcuni repubblicani – afferma che…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *