Il governo di Manitoba ha offerto un piano per un sito di consumo supervisionato gestito dagli indigeni a Winnipeg

La provincia dice che sta prendendo in considerazione una proposta comunitaria per un sito di consumo supervisionato gestito dagli indigeni nel centro di Winnipeg.

La coalizione dietro l’idea, guidata dall’Aboriginal Health and Wellness Centre, comprende i partner della comunità Sunshine House, Ka Ni Kanichihk, Manitoba Harm Reduction Network, Main Street Project e Substance Consulting.

Da più di un anno Sunshine House è operativa L’unico sito mobile di prevenzione dell’overdose di Manitoba da un camper vicino a Main Street e alla Disraeli Freeway, offrendo ai tossicodipendenti un posto dove testare i loro farmaci e personale addestrato a rispondere a un’overdose.

“È molto entusiasmante lavorare in questo tipo di panorama, dove si ha il sostegno della comunità, un governo provinciale che è davvero aperto al dialogo, all’ascolto”, ha detto martedì a CBC News il direttore esecutivo della Sunshine House Levi Foy.

Tuttavia, ha affermato, “dobbiamo muoverci più velocemente… Sappiamo che le cose stanno peggiorando, ci sono molte più sfide che devono affrontare le nostre comunità”.

Lo suggeriscono i dati preliminari del medico legale della provincia 355 manitobani sono morti per sospetta overdose tra gennaio e ottobre del 2023, 63 in meno rispetto al record del 2022 di 418.

Il mandato di Bernadette Smith come ministro dell’edilizia abitativa, delle dipendenze e dei senzatetto è quello di istituire il primo sito di consumo supervisionato della provincia a Winnipeg.

In una dichiarazione inviata via email a CBC News, ha affermato: “Stiamo considerando attentamente la proposta dell’Aboriginal Health and Wellness Center e dei partner della comunità come soluzione per aiutare i nostri parenti nel loro viaggio verso il recupero”.

“La tossicità dei farmaci è in aumento”

Foy dice che il gruppo spera di ottenere più soldi per mantenere attivo il camper per la prevenzione dell’overdose della Sunshine House cinque giorni alla settimana. Tuttavia, il loro obiettivo ideale è un sito di consumo permanente e supervisionato vicino a Higgins Avenue e Main Street, nel centro di Winnipeg.

“È molto chiaro attraverso le 250 visite al giorno che capiamo che abbiamo bisogno di qualcosa lì, ed è anche molto chiaro che i servizi che stiamo fornendo sono molto, molto chiaramente solo un ripiego”, ha detto Foy.

“In questo momento, lo stiamo facendo tutti seduti alla nostra scrivania, quindi sarebbe fantastico se avessimo project manager e persone che potessero dedicare dalle 35 alle 40 ore settimanali solo per far girare davvero la palla su questo.”

Un camper marrone e nero è parcheggiato in un parcheggio esterno.
Sunshine House, un’organizzazione con sede a Winnipeg, gestisce un sito di prevenzione dell’overdose da un camper dall’ottobre 2022. (Alana Cole/CBC)

Il camper per la riduzione del danno ha ricevuto un’esenzione federale nell’ottobre 2022 ai sensi del Controlled Drugs and Substances Act per operare nelle comunità del centro di Winnipeg, del West End, del North End e di Point Douglas.

L’anno scorso il centro di accoglienza e risorse della comunità ha messo insieme circa 375.000 dollari per far funzionare il camper fino alla fine di marzo, dopo che si prevedeva che il suo accordo di finanziamento con Health Canada per il sito mobile si esaurisse entro la fine di ottobre.

Foy afferma che il finanziamento operativo da parte della città è improbabile, il che significa che un mix di finanziamenti dalla provincia più donatori pubblici e privati ​​è l’ultima opzione per la Sunshine House.

Il sito mobile ha registrato “numeri elevati e costanti” e la comunità ha bisogno di sapere se il servizio continuerà o meno ad essere offerto oltre il 1° luglio, ha affermato.

‘Potremmo davvero creare qualcosa di unico’

Ci sono anche alcuni servizi che non possono essere forniti dal camper. Richiedono un mix di servizi clinici e comunitari proposto dalla coalizione.

“Idealmente vorremmo migliorare i nostri servizi, perché la tossicità dei farmaci è in aumento”, ha detto Foy. “Stiamo lavorando in uno spazio molto ristretto in un ambiente molto incontrollato.”

Secondo Foy, un modulo online che chiede alle persone di sostenere la proposta della coalizione ha raggiunto circa 700 firme.

“Se ci riunissimo tutti in modo collaborativo e in tandem, potremmo davvero creare qualcosa di unico, bello e guidato dagli indigeni.”

Il governo di Manitoba sta valutando un piano per un sito di consumo controllato gestito dagli indigeni a Winnipeg

Mentre le overdose si avvicinano a livelli record, la provincia afferma che sta prendendo in considerazione una proposta comunitaria per un sito di consumo supervisionato gestito dagli indigeni nel centro di Winnipeg. La coalizione dietro l’idea, guidata dall’Aboriginal Health and Wellness Centre, comprende i partner della comunità Sunshine House, Ka Ni Kanichihk, Manitoba Harm Reduction Network, Main Street Project e Substance Consulting.

La provincia dice che sta prendendo in considerazione una proposta comunitaria per un sito di consumo supervisionato gestito dagli indigeni nel centro di Winnipeg. La coalizione dietro l’idea, guidata dall’Aboriginal Health and Wellness Centre, comprende i partner della comunità Sunshine House, Ka Ni Kanichihk, Manitoba Harm Reduction Network, Main Street Project e Substance Consulting. Da…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *