Il Quebec andrà avanti con i lavori di ristrutturazione dello Stadio Olimpico

Il Quebec annuncerà lunedì mattina che sostituirà effettivamente il tetto e l’anello tecnico dello Stadio Olimpico, secondo le informazioni ottenute da Radio-Canada.

I lavori costeranno centinaia di milioni di dollari, ma non si prevede che raggiungerà la soglia del miliardo. Caroline Proulx, ministro responsabile del dossier, svelerà una stima dei costi durante l’annuncio.

Le stime precedenti riportate da La Presse erano comprese tra 750 milioni e 1 miliardo di dollari. Si prevede che il completamento del progetto richiederà quattro anni.

I lavori di ristrutturazione necessari comprendono lo smantellamento del tetto esistente, la sostituzione dell’anello tecnico che tiene insieme l’intera struttura dello stadio e la costruzione di un nuovo tetto.

Il premier del Quebec François Legault ha detto di voler fare dello stadio un “simbolo positivo” per la provincia. Una volta ristrutturato, lo stadio potrà ospitare eventi tutto l’anno, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, cosa che al momento non è possibile fare.

Il governo stima che, una volta completata la costruzione, le attività dello Stadio Olimpico genereranno entrate annuali vicine ai 150 milioni di dollari, più del doppio dei 68 milioni di dollari stimati attualmente.

Il sindaco di Montreal, Valérie Plante, ha accolto con favore la notizia.

“Lo Stadio Olimpico è un gioiello della metropoli, un simbolo della città e un importante contributo al dinamismo dell’estremità orientale di Montreal”, ha affermato in una dichiarazione del suo gabinetto.

“Vogliamo una soluzione duratura per lo stadio e il suo tetto. Quindi è un’ottima notizia che il governo sia nella posizione di annunciare investimenti per i lavori di ristrutturazione necessari.”

Alexandre Leduc, MNA di Hochelaga-Maisonneuve, ha affermato che la mossa è “l’unica scelta logica”.

“Lo stadio è un gioiello architettonico e un forte simbolo di Hochelaga e Montreal”, ha detto in un comunicato.

Ristrutturazione anziché demolizione

Secondo fonti di Radio-Canada, il governo avrebbe considerato la demolizione dello stadio.

Una valutazione aggiornata del “costo dell’inazione” ha concluso che la demolizione costerebbe “più di 2 milioni di dollari” insieme a una perdita di entrate derivanti dagli affitti, rendendola finanziariamente impraticabile.

Negli ultimi anni lo stadio ha ricevuto investimenti pubblici e privati ​​per oltre 1,5 miliardi di dollari. Secondo le stime del governo, il Distretto Olimpico possiede un patrimonio pari a circa 10 miliardi di dollari. La demolizione cancellerebbe gran parte di questi beni e avrebbe un impatto sul Parco Olimpico e sulla vicina linea metropolitana.

Se non verrà ristrutturato, lo stadio dovrà essere chiuso durante l’inverno, smontato il tetto entro due anni e poi demolito completamente.

Lo Stadio Olimpico può contenere 50.000 spettatori. In confronto, il Bell Center può ospitare poco più di 21.000 persone.

Per giustificare i lavori di ristrutturazione di dicembre, Proulx ha detto che il Quebec si è perso il tour di Taylor Swift “perché attualmente non abbiamo uno stadio in grado di produrre uno spettacolo del genere”.

Lo Stadio Olimpico è chiuso da metà dicembre per consentire i lavori esplorativi di sostituzione del tetto. La decisione ha costretto il CF Montréal a spostare la partita di apertura di aprile allo stadio Saputo.

Il Quebec annuncerà lunedì mattina che sostituirà effettivamente il tetto e l’anello tecnico dello Stadio Olimpico, secondo le informazioni ottenute da Radio-Canada. I lavori costeranno centinaia di milioni di dollari, ma non si prevede che raggiungerà la soglia del miliardo. Caroline Proulx, ministro responsabile del dossier, svelerà una stima dei costi durante l’annuncio. Le stime…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *