Il soprannome preferito di TikTok, “Pookie”, affonda le sue radici in una ricca storia culturale

Campbell e Jett Puckett sono una coppia virale da manuale sui social media. Sono ricchi, bianchi e pubblicano contenuti tipici delle coppie: cene fuori, viaggi sontuosi e prove del loro amore reciproco ovunque Tic toc. Ma un termine affettuoso distingue questa coppia dalla Georgia dal resto: Pookie.

In un video che ora è stato visto oltre 9,1 milioni di volte e falsificato da Zach Bryan, Meghan Trainor e ESPN Sports, la coppia sfoggia i loro abiti da “Friday night date night”. Con il suo monotono accento del sud, Jett racconta: “Stasera porto Pookie in un nuovo posto con altre tre coppie e Pookie sembra assolutamente fantastico”. Il suo uso del termine è chiaro affetto per sua moglie è decollato online a macchia d’olio.

Non è solo Jett a riferirsi a Campbell come Pookie, ora anche i fan della coppia inondano i commenti chiamandola Pookie. La tradizione di Pookie è vasta; si estende pagine dei fumetti di Garfieldnonne di tutto il sud e ora la sezione commenti del tuo ragazzo attraente medio su TikTok.

“Quando vediamo questi contenuti atomizzati su TikTok, non stiamo abitando nel mondo sociale in cui vivono quei personaggi o quelle persone. Non sappiamo di Campbell e di suo marito, non sappiamo nulla dei loro relazione”, ha detto a Mashable Nicole Holliday, professoressa associata presso il Dipartimento di Linguistica e Scienze Cognitive del Pomona College.

Termini affettuosi come Pookie fungono da scorciatoia per spiegare la natura della relazione di qualcuno e gli spettatori adorano sentirsi vicini ai creatori che guardano.

“Quando usiamo termini affettuosi (come Pookie), indicano vicinanza sociale. Potrebbe dire: ‘L’outfit di Campbell è fantastico.’ Oppure “l’outfit di mia moglie è fantastico”. Ma quando dice ‘Vestito di Pookie’, lo spettatore ha la sensazione che abbiano un rapporto stretto e che lui la ami davvero perché la chiama con questo soprannome in pubblico,” ha aggiunto Holliday.

Come nel caso di chiunque sia colpito dalla viralità, gli spettatori hanno rapidamente scavato nel loro passato. Uno TikTok ha caricato una registrazione dello schermo del profilo LinkedIn di Jett su TikTok, perfezionando la sua istruzione alla Ivy League e il suo “cervello straordinario”. IL New York Times riportato che su Reddit qualcuno è riemerso una fotografia di Campbell, che frequentava Ole Miss, in posa con una bandiera confederata e un’altra di lei in un abito da ballo vecchio stile in quello che gli utenti ipotizzano sia un costume per un evento a tema piantagione.

Campbell si è scusata nella sua storia su Instagram scrivendo: “Alcune mie vecchie foto sono riemerse di recente. All’epoca… avevo 20 anni. Non comprendevo appieno l’impatto delle mie azioni come faccio adesso”. Si è scusata “per il danno che ciò potrebbe aver causato ad alcuni e si assume la piena responsabilità”.

Nonostante la loro rapida caduta in disgrazia, l’impatto di Campbell e Jett sul lessico di Internet è innegabile: hanno introdotto Pookie nel mainstream.

Secondo Conosci il tuo meme, Pookie ha iniziato a comparire su TikTok all’inizio degli anni ’20. Il dizionario dei meme ha notato che i fan di @JayRScotty – il creatore del video virale “Non ho mai visto due migliori amici” – spesso lo chiama Pookie nella sezione commenti.

Un altro TikToker, @444Prega, ha sostenuto il mandato lo scorso anno. Potresti conoscerlo come il creatore dei suoni “È il modo in cui ti comporti” e “colpevole, colpevole, colpevole”. La sua biografia recita: “Big Pookie of Pookie Nation”. In un video con oltre 30,2 milioni di visualizzazioni e 4 milioni di Mi piace, chiede: “Sono io il tuo impero romano, Pookie?” mentre fa i suoi caratteristici gesti delle mani.

I creatori neri e altre comunità di colore usano da tempo la frase “Va tutto bene, Pookie” in modo scherzoso. Tuttavia, quando due meridionali bianchi come Jett e Campbell usano il termine, non è più visto come uno scherzo o un meme ma un accattivante riflesso dell’amore.

“Pookie” è tutt’altro che un fenomeno nuovo. Secondo Holliday, le persone nelle comunità nere e nelle comunità non nere del sud usano il termine almeno dagli anni ’30.

Man mano che una parola o una frase come Pookie guadagna popolarità online, viene spesso rinominata Gen Z o slang di Internet. Ma l’insistenza della cultura sul fatto che questi termini siano innovazioni della Gen Z oscura le loro vere origini, che sono quasi sempre radicate nell’inglese vernacolare afroamericano (AAVE) e scoperte semplicemente dal pubblico bianco online. L’incorporazione di questo linguaggio nei vocabolari universali è vista da molti come una forma di appropriazione digitale.

Pookie è unico in quanto è sempre esistito al di là delle linee razziali ed etniche. È comune che le varietà AAVE e Southern White si sovrappongano nell’area geografica da cui ha origine il termine, ha spiegato Holliday.

“Se fosse un termine rurale del sud durante la Grande Migrazione, gli afroamericani lo avrebbero portato con sé”, Paul Reed, un assistente professore presso il Dipartimento di disturbi comunicativi dell’Università dell’Alabama specializzato in variazioni grammaticali nell’inglese sudamericano e negli Appalachi. Inglese, ha detto a Mashable. Reed presuppone che Pookie sia sempre esistito nelle comunità rurali del Sud, come le tradizionali comunità rurali bianche del Sud e le comunità afroamericane urbane – due gruppi che non sempre ottengono la copertura mediatica che porta a un’esposizione diffusa – in seguito alla diffusione diasporica dei neri americani. dal Sud rurale alle aree urbane del 900.

“TikTok diffonde elementi lessicali o parole particolari che non sono conosciute in modo geograficamente ampio o socialmente ampio e che le persone trovano termini utili, interessanti o carini”, ha affermato Holliday, che ritiene che l’uso del termine da parte di Jett sia “autentico” perchè è del sud.

Tuttavia, ci sono alcuni usi razzialmente specifici del termine. Negli anni ’80, durante l’epidemia di crack, Pookie si riferiva sia a una pipa da crack che a un consumatore di crack. “Aveva tutto un altro significato nei centri urbani devastati dal crack”, ha detto Holliday. Ha sottolineato il ritratto di Chris Rock di un personaggio chiamato Pookie che diventa dipendente dal crack di cocaina nel film del 1991. Nuova Jack City come esempio.

Ci sono anche caricature di Pookie e Ray Ray impiegati dai comici neri negli Stati Uniti. Secondo il Cronaca di Houston, Pookie è un personaggio popolare che spazia dal cugino ribelle al giovane qualunque. Durante entrambe le campagne presidenziali dell’ex presidente Barack Obama, ha invocato Pookie e Ray Ray per fare appello agli elettori neri. In un discorso prima delle primarie del 2008 nella Carolina del Sud davanti a un pubblico prevalentemente nero, ha detto: “Ho bisogno che tu prenda il cugino Pookie per votare. Ho bisogno che tu prenda Ray Ray per votare”.

Al di là delle linee razziali e di genere, Pookie è un soprannome all’interno di una comunità affiatata. Reed paragona il termine a Bubba, un vezzeggiativo per gli uomini perché entrambi possono avere questo effetto. “(Pookie) è un (termine) che può diventare il modo in cui le persone si riferiscono a te. Conosco gente nella mia città che se li conoscessi li chiameresti Pookie perché è così che li chiamano tutti,” ha detto Reed a Mashable, riferendosi al nord-est superiore Tennessee dove lo stato incontra Kentucky e Virginia. Pookie è usato in modo simile in tutto il sud tradizionale rurale, bianco e più ampio.

Ma Bubba è anche un’abbreviazione per una caricatura o un tipo di personaggio e può tendere al peggiorativo, mentre Reed vede Pookie come “neutro rispetto all’accattivante”.

Holliday ha spiegato che negli spazi Internet nomi come GOAT (Greatest Of All Time) sono usati in modo simile al posto del nome del governo di qualcuno. Dice che è particolarmente comune nei forum online, come l’uso di “DH” (Carissimo Marito) negli spazi di pianificazione del matrimonio.

Man mano che Pookie prende piede, il suo utilizzo cambia. Negli spazi fandom, non è raro che qualcuno dica che il suo preferito “è Pookie”, il che può sembrare perfettamente normale a chi non lo conosce ma non è il modo in cui doveva essere utilizzato. Pookie è un caso vocativo, che è il modo in cui chiami qualcuno. Quindi dire che qualcuno “è Pookie” equivale a dire che qualcuno “è Honey” o “è Sweetie”. Pookie viene ora utilizzato come riferimento in terza persona mentre originariamente era utilizzato in seconda persona, cambiando il suo significato per adattarsi al lessico di Internet in continua evoluzione.

“Ci sono tutte queste persone che prima non erano a conoscenza di Pookie e stanno imitando (Jett), quindi ora la parola viene utilizzata in altri contesti. Questo è il modo in cui il linguaggio cambia”, ha detto Holliday.

Mentre “Pookie” continua a trasformarsi e a diffondersi su TikTok, funge da ottimo esempio dell’abilità della piattaforma nell’appropriarsi e nel rendere popolari le espressioni regionali, distillando i loro significati complessi in qualcosa di più appetibile per il consumo online. È solo questione di tempo prima che trovi il suo prossimo obiettivo linguistico.

Campbell e Jett Puckett sono una coppia virale da manuale sui social media. Sono ricchi, bianchi e pubblicano contenuti tipici delle coppie: cene fuori, viaggi sontuosi e prove del loro amore reciproco ovunque Tic toc. Ma un termine affettuoso distingue questa coppia dalla Georgia dal resto: Pookie. GUARDA ANCHE: Vuoi acquistare quel prodotto virale del…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *