La proposta di legge sull’intelligenza artificiale proposta dai liberali è troppo vaga e costosa, dicono ai parlamentari i dirigenti di Big Tech

I rappresentanti delle grandi aziende tecnologiche affermano che un disegno di legge del governo liberale che inizierebbe a regolamentare alcuni sistemi di intelligenza artificiale è troppo vago.

Mercoledì i dirigenti di Amazon e Microsoft hanno detto ai parlamentari in una riunione del comitato industriale della Camera dei Comuni che il disegno di legge C-27 non distingue abbastanza tra sistemi di intelligenza artificiale ad alto e basso rischio.

Le società hanno affermato che rispettare la legge così come scritta sarebbe costoso.

Nicole Foster, direttrice dell’intelligenza artificiale globale e delle politiche pubbliche canadesi per Amazon, ha affermato che utilizzare lo stesso approccio per tutte le applicazioni è “molto poco pratico e potrebbe inavvertitamente soffocare l’innovazione”.

L’uso dell’intelligenza artificiale da parte di un ufficiale di pace è considerato ad alto impatto in tutti i casi, ha affermato, anche quando un ufficiale utilizza la correzione automatica per compilare una multa per una violazione del codice stradale.

“Le leggi e i regolamenti devono distinguere chiaramente tra le applicazioni ad alto rischio e quelle che comportano un rischio minimo o nullo. Questo è un principio fondamentale che dobbiamo rispettare”, ha affermato Foster.

“Dovremmo stare molto attenti nell’imporre oneri normativi sulle applicazioni di intelligenza artificiale a basso rischio che possono potenzialmente fornire aumenti di produttività tanto necessari alle aziende canadesi, sia grandi che piccole”.

Microsoft ha fornito il proprio esempio di come la legge non sembra differenziare in base al livello di rischio introdotto da particolari sistemi di intelligenza artificiale.

Un uomo gesticola con le mani mentre parla ai giornalisti in una sala conferenze stampa.  Sullo sfondo sono drappeggiate due bandiere canadesi.
Il ministro dell’Industria François-Philippe Champagne ha fornito alcune informazioni sugli emendamenti previsti alla legge. (Adrian Wyld/La stampa canadese)

Un sistema di intelligenza artificiale utilizzato per approvare il mutuo di una persona e gestire i dettagli sensibili sulle sue finanze sarebbe considerato uguale a quello utilizzato per ottimizzare i percorsi di consegna dei pacchi utilizzando dati pubblici.

Il ministro dell’Industria François-Philippe Champagne ha fornito alcune informazioni sugli emendamenti che il governo prevede di presentare al disegno di legge per garantirne l’aggiornamento.

Ma nonostante questi dettagli aggiuntivi, le aziende affermano che le definizioni contenute nella legge sono ancora troppo ambigue.

Amanda Craig, direttrice senior delle politiche pubbliche presso l’ufficio di intelligenza artificiale responsabile di Microsoft, ha affermato che non distinguere tra i due “diffonderebbe in modo sottile il tempo, il denaro, il talento e le risorse delle imprese canadesi – e potenzialmente significherebbe che le risorse limitate non sono sufficientemente concentrate sul rischio più elevato”. .”

Il disegno di legge C-27 è stato presentato nel 2022 per prendere di mira quelli che vengono descritti come sistemi di intelligenza artificiale “ad alto impatto”.

Ma i sistemi di intelligenza artificiale generativa come ChatGPT, che possono creare testo, immagini e video, sono diventati ampiamente disponibili al pubblico solo dopo la prima introduzione del disegno di legge.

I liberali ora affermano che modificheranno la legislazione per introdurre nuove regole, inclusa una che richiede alle aziende dietro tali sistemi di adottare misure per garantire che il contenuto che creano sia identificabile come generato dall’intelligenza artificiale.

All’inizio di questa settimana, Yoshua Bengio, soprannominato “padrino” dell’intelligenza artificiale, ha detto allo stesso comitato che Ottawa dovrebbe mettere in atto immediatamente una legge, anche se tale legislazione non è perfetta.

Bengio, direttore scientifico del Mila, il Quebec AI Institute, ha affermato che un’intelligenza “sovrumana” intelligente quanto un essere umano potrebbe arrivare in pochi anni.

I sistemi avanzati potrebbero essere utilizzati per attacchi informatici, ha affermato, e la legge deve prevenire questo rischio.

L’intelligenza artificiale comporta già dei rischi. I video deepfake, generati per far sembrare che una persona reale stia facendo o dicendo qualcosa che non ha mai fatto, possono essere utilizzati per diffondere disinformazione, ha affermato Bengio.

I rappresentanti delle grandi aziende tecnologiche affermano che un disegno di legge del governo liberale che inizierebbe a regolamentare alcuni sistemi di intelligenza artificiale è troppo vago. Mercoledì i dirigenti di Amazon e Microsoft hanno detto ai parlamentari in una riunione del comitato industriale della Camera dei Comuni che il disegno di legge C-27 non…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *