Le richieste di sicurezza da parte dei candidati statunitensi evidenziano “un potenziale di violenza”, afferma l’esperto di terrorismo interno

La richiesta di protezione dei servizi segreti da parte della candidata repubblicana alle presidenziali Nikki Haley ha fatto luce sulla minaccia latente di violenza in vista delle elezioni americane del 2024.

La campagna di Haley ha detto lunedì di aver richiesto protezione ai servizi segreti americani, un mese dopo che Haley è stata presa di mira in due incidenti di schiacciamento, che implicano la chiamata ad una falsa emergenza nella speranza che ciò attiri una risposta della polizia pesantemente armata.

Lunedì il giornale di Wall Street ha notato un aumento del numero di manifestanti ai suoi eventi negli ultimi giorni, manifestando contro il suo sostegno ad ulteriori aiuti all’Ucraina e a Israele. Il giornale riportava che la settimana scorsa, una donna aveva tentato di salire sul palco durante uno degli eventi della campagna di Haley prima di essere affrontata da un membro della sua sicurezza.

Jacob Ware, ricercatore sul terrorismo interno presso il Council on Foreign Relations, afferma che gli analisti del terrorismo di solito valutano le minacce esaminando diversi fattori tra cui intenzione, capacità e opportunità – e la stagione della campagna elettorale significa che le opportunità sono numerose.

“Penso che l’intenzione di commettere violenza sia alta in tutto lo spettro politico, ma soprattutto nell’estrema destra. E negli Stati Uniti, abbiamo sempre la capacità di commettere violenza grazie alle nostre leggi sulle armi”, ha detto. “Si sta preparando un mix molto velenoso con un grande potenziale di violenza nel 2024 e oltre”.

Ware, coautore del libro Dio, armi e sedizione: terrorismo di estrema destra in Americaafferma che la richiesta di Haley non è sorprendente, dato che a suo dire si tratta di un numero crescente di minacce contro personaggi pubblici in tutto lo spettro politico.

Ciò avviene anche nel momento in cui gli Stati Uniti hanno registrato il maggior numero di sparatorie di massa in un solo anno, con più di 200 persone uccise in almeno 38 sparatorie di massa nel 2023, secondo un’analisi di il guardiano.

Ware sostiene che è “più per fortuna che per mancanza di desiderio” il fatto che negli ultimi anni gli Stati Uniti abbiano evitato con successo un assassinio politico ad alto livello.

Secondo lui il fatto che Haley sia il bersaglio degli schiacciamenti sottolinea anche il fatto che le minacce di violenza possono essere rivolte sia ai repubblicani che ai democratici.

GUARDA | Nikki Haley è uno spettacolo gradito per le donne che cercano un’alternativa a Trump:

Nikki Haley è uno spettacolo gradito per alcune donne che cercano un’alternativa a Donald Trump

Mentre le primarie del New Hampshire continuano a prepararsi verso il voto di martedì, alcune donne nello stato sono entusiaste di vedere un’altra donna come opzione alternativa a Donald Trump per essere il candidato presidenziale repubblicano.

Le minacce si spostano dall’online al mondo reale

Schiacciare, a pratica pericolosa che ha provocato mortisono emersi da comunità online di nicchia e si sono insinuati nel mainstream, con incidenti che sono saliti alle stelle negli ultimi anni.

Il segretario di Stato del Maine Shenna Bellows è stato schiacciato pochi giorni dopo aver stabilito che Trump avrebbe dovuto essere escluso dal ballottaggio presidenziale del 2024. Sono stati presi di mira anche due giudici coinvolti nei processi Trump. La mattina di Natale, la deputata repubblicana Marjorie Taylor Greene ha scritto su X, ex Twitter: “Sono stata appena schiacciata. Questa è l’ottava volta”.

Dalle ultime elezioni, aggressori armati hanno rintracciato personaggi politici in patria in almeno due occasioni.

Nel 2022, un uomo che disse ai giurati di essere stato influenzato dalle teorie del complotto di estrema destra fece irruzione nella casa della deputata democratica Nancy Pelosi e ha aggredito suo marito con un martello, lasciandolo gravemente ferito. All’inizio di quell’anno, un uomo armato di pistola, che aveva detto alla polizia di essere turbato dai tentativi di abolire il diritto all’aborto e allentare le restrizioni sulle armi, ha fatto irruzione in casa del giudice della Corte Suprema Brett Kavanaugh.

Il mese scorso, un uomo di Filadelfia è stato accusato di aver decapitato suo padre, un impiegato federale di lunga data, e avrebbe realizzato un video che mostrava la testa della vittima mentre lo definiva un traditore del suo paese e chiedeva la morte di tutti i funzionari federali.

GUARDA | I repubblicani condannano l’attacco di Pelosi ma sviano le preoccupazioni sulla retorica:

I repubblicani condannano l’attacco di Pelosi, ma sviano le preoccupazioni con la retorica

I repubblicani si sono affrettati a denunciare il brutale attacco con il martello al marito della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi, ma hanno anche deviato le domande su eventuali collegamenti tra retorica violenta e violenza politica.

La violenza “una preoccupazione palpabile e reale”

Melissa Deckman, politologa e CEO del Public Religion Research Institute (PRRI), che studia l’impatto di genere, religione ed età sull’opinione pubblica e sul comportamento politico, afferma che la minaccia della violenza è “una preoccupazione palpabile e reale” che porta alle elezioni di novembre.

Un sondaggio del PRRI di ottobre ha rilevato che il 23% degli americani ritiene che “i veri patrioti americani potrebbero dover ricorrere alla violenza per salvare il Paese”.

“Ci sono leader politici come Donald Trump che non sono disposti a reprimere quella retorica – in realtà, stanno facendo esattamente il contrario”, ha detto Deckman. “In questo contesto, non sono sorpreso di vedere che Nikki Haley chieda maggiore sicurezza.”

La protezione dei servizi segreti è solitamente riservata ai candidati più importanti, e i sondaggi collocano Haley come una possibilità per la nomination repubblicana. Anche il candidato indipendente Robert F. Kennedy, Jr. ha presentato numerose richieste infruttuose per la protezione dei servizi segreti.

Un uomo in giacca e cravatta punta il dito verso la telecamera.
Trump partecipa a un evento elettorale a Waterloo, Iowa, il 19 dicembre 2023. Il candidato presidenziale repubblicano è stato accusato di infiammare la retorica violenta durante la campagna elettorale. (Scott Morgan/Reuters)

La spesa dei legislatori per la sicurezza personale è aumentata vertiginosamente dopo gli attacchi al Campidoglio del 6 gennaio 2021 nel tentativo di ribaltare la vittoria elettorale del presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Secondo a Washington Post Secondo l’analisi, i candidati in corsa per le cariche della Camera e del Senato hanno aumentato la spesa elettorale per la sicurezza di oltre il 500% tra le elezioni del 2020 e le elezioni di metà mandato del 2022.

I legislatori statunitensi riferiscono di essere minacciati: sondaggio

UN sondaggio condotto dal Brennan Center for Justice, un’organizzazione giuridica e politica apartitica, ha intervistato più di 1.700 legislatori statali e funzionari locali in tutti i 50 stati. Secondo i risultati, oltre il 40% dei legislatori statali ha affermato di essere stato minacciato o aggredito negli ultimi tre anni.

Quasi il 90% degli intervistati al sondaggio, pubblicato a gennaio, ha affermato di essere stato molestato, intimidito o perseguitato, e quasi un legislatore statale su 10 ha affermato di essere stato intimidito da una persona che brandiva un’arma.

Circa un funzionario statale su cinque e il doppio dei funzionari locali hanno affermato che le molestie li hanno resi meno disposti a lavorare su politiche controverse come la regolamentazione delle armi o i diritti riproduttivi. Molti affermano anche che ora hanno meno probabilità di apparire in pubblico o di postare sui social media.

Una donna grida mentre indossa un poncho antipioggia fuori.
Tamara Perryman, moglie dell’accusato ribelle del 6 gennaio Brian Jackson, parla fuori dal Dipartimento di Giustizia a Washington, DC, il 6 gennaio durante una protesta a sostegno delle persone accusate di crimini legati all’attacco del 2021 al Campidoglio degli Stati Uniti. (Amanda Andrade-Rhoades/Reuters)

L’indagine ha rilevato che le donne, in particolare le donne di colore, hanno una probabilità sproporzionata di subire abusi estremi, comprese minacce di natura sessuale e minacce ai propri figli.

Carmen Celestini, ricercatrice post-dottorato presso la School of Religion della Queen’s University che studia religione, estremismo, teorie del complotto e politica, afferma che il pubblico sente opinioni forti provenienti dagli estremi dello spettro politico, inclusa la retorica violenta e odiosa che spesso mette radici online .

Dice che questo fa sì che le persone “vengano arrabbiate tra loro” piuttosto che cercare compromessi e comprensione.

Teorie cospirazioniste

Secondo Celestini, questa retorica è spesso spinta da influencer in comunità online affiatate, e talvolta arriva al punto in cui uno o più membri decidono di agire nel mondo reale.

Ad esempio, Celestini cita una teoria diffusa online secondo cui i migranti che entrano negli Stati Uniti attraverso il confine meridionale causeranno una guerra civile. Dice che questo alimenta la narrazione secondo cui “non c’è altra via d’uscita se non attraverso la violenza”.

Dice che molti dei fanatici sostenitori di Trump credono che sia il candidato prescelto da Dio e inquadrano le questioni politiche come una battaglia tra il bene e il male, intensificando il “panico morale” che, secondo lei, si sta verificando su questioni come l’immigrazione, la teoria critica della razza, i diritti 2SLGBTQ+ e l’amorfo “wokeismo”.

“Quando vedono individui come Nikki Haley, significa che qualcuno sta sfidando l’eroe che sta cercando di salvarli. Quindi questo li rende nemici”, ha detto Celestini.

La richiesta di protezione dei servizi segreti da parte della candidata repubblicana alle presidenziali Nikki Haley ha fatto luce sulla minaccia latente di violenza in vista delle elezioni americane del 2024. La campagna di Haley ha detto lunedì di aver richiesto protezione ai servizi segreti americani, un mese dopo che Haley è stata presa di…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *