‘Robusto, sfilacciato e resistente’: la cultura dello snowboard di Yellowknife verrà mostrata in un cortometraggio

Il Bristol Pit di Yellowknife arriverà presto sullo schermo.

L’ex cava di ghiaia trasformata in collina per lo snowboard è il soggetto di un cortometraggio che mostra la cultura dello snowboard frammentata e basata sulla comunità della capitale.

Il film di 10-12 minuti è sponsorizzato dal marchio di abbigliamento outdoor Arc’teryx e sarà poi pubblicato sul canale YouTube del marchio, ma non prima di essere presentato in anteprima a Yellowknife. I cineasti dicono anche che sperano che il video venga trasmesso in alcuni festival per un pubblico più ampio.

“È una vera novità avere un pit, praticamente un buco nel terreno, trasformato in uno snowboard park”, ha detto Steve Matthews, parte di una squadra di Yellowknifers che per prima ha reso possibile l’apertura del pit.

Matthews ha aiutato a installare la fune di traino che trascina i ciclisti dal fondo della collina fino in cima. Matthews ha detto che il pozzo ha ottenuto il suo sostegno per la prima volta circa dieci anni fa da un gioco di raccolta fondi di super bingo.

“Abbiamo guadagnato quasi 100.000 dollari e questo ci ha permesso di acquistare edifici, attrezzature, mettere a punto l’ascensore e cose del genere”, ha detto.

Ora Bristol Pit è un campo di allenamento per i concorrenti degli Arctic Winter Games, una struttura di apprendimento per principianti e un parco giochi per Yellowknifer che desiderano affinare le proprie abilità su caratteristiche come salti, rail e box.

L'uomo con il cappello tiene lo snowboard.  Sta di fronte a snowboard e caschi sugli scaffali.
Liam Upton è stato coinvolto nel Bristol Pit sin dall’inizio. Descrive la cultura dello snowboard di Yellowknife come “robusta, cenciosa e dura”. (Natalie Pressman/CBC)

Liam Upton era nel consiglio di amministrazione l’anno in cui Bristol Hill aprì i battenti e ora è coinvolto nelle operazioni della struttura.

“La cultura dello snowboard Yellowknife è robusta, logora e dura”, ha detto.

“La fune non supera i -30°C, ma questo di solito non ferma la gente. Porteremo la gente a fare un’escursione sulla collina e i bambini saranno qui anche a -29°C.

“La fossa è così vicina al mio cuore”, ha detto.

Per Scott Stirling, il responsabile delle operazioni del Bristol Pit, l’obiettivo della struttura è sfruttare al meglio ciò che è disponibile e dice di essere entusiasta all’idea di un film che porti alla luce lo snowboard di Yellowknife.

“Penso solo che sia una vera cosa del nord”, ha detto, “provare a realizzarlo in ogni modo possibile… non è sempre facile ma ne vale davvero la pena.”

Seth Gillis è il regista del film. Dice che l’atteggiamento fai-da-te è ciò che lo ha attratto al Bristol Pit di Yellowknife per cominciare.

“Vivo a Squamish (BC), e Whistler Blackcomb è proprio lì, ed è proprio una scena del genere, ci sono migliaia di persone ogni giorno ed è una specie di caos, le linee degli impianti di risalita sono lunghissime – e poi arrivi a Bristol Pit, è una tale boccata d’aria fresca.

“È come se tutto ciò di cui hai veramente bisogno è una corda da traino, un paio di funzioni e puoi divertirti.”

Due persone con una macchina fotografica camminano nella neve.
Il regista Seth Gillis e altri membri della troupe cinematografica hanno iniziato le riprese a Yellowknife a gennaio e hanno intenzione di tornare a marzo. (Inserito da Seth Gillis)

Gillis ha detto che il film dovrebbe essere pronto entro la fine dell’estate e spera di avere una proiezione a Yellowknife entro l’autunno.

Molly Milligan è una Yellowknifer che ha guadagnato sponsorizzazioni nello snowboard e gareggiato in un ingorgo ferroviario ed eventi di Slopestyle a livello internazionale da oltre un decennio.

Tra la preparazione, la costruzione dei salti e l’organizzazione delle lezioni, Milligan afferma di essere rimasta colpita da quanto tempo ed energia sono necessari per gestire la collina.

“Quindi, ottenere quell’esposizione a un livello così alto, penso semplicemente che sia davvero speciale.”

Dice che spera che il film catturi il paesaggio di Yellowknife e le persone che hanno reso possibile il Bristol Pit, e quanto sia unica la cultura dello snowboard rispetto ad altri sport.

“Si tratta semplicemente di andare e rilassarsi con i tuoi amici, sfidarsi a vicenda, divertirsi, creare giochi, semplicemente, stai giocando, stai giocando totalmente sulla collina,” ha detto.

Il Bristol Pit di Yellowknife arriverà presto sullo schermo. L’ex cava di ghiaia trasformata in collina per lo snowboard è il soggetto di un cortometraggio che mostra la cultura dello snowboard frammentata e basata sulla comunità della capitale. Il film di 10-12 minuti è sponsorizzato dal marchio di abbigliamento outdoor Arc’teryx e sarà poi pubblicato…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *