Spiegazione: perché la Russia vuole catturare Avdiivka dell’Ucraina?

Di Dan Peleschuk e Andrew Osborn

KIEV/LONDRA (Reuters) – Le forze russe stanno intensificando gli sforzi per conquistare la città di Avdiivka, nell’Ucraina orientale, mentre prosegue la guerra di Mosca in Ucraina.

I combattimenti ricordano la battaglia per un’altra città orientale, Bakhmut, caduta in mano alla Russia lo scorso maggio dopo mesi di duri combattimenti urbani, 15 mesi dopo un’invasione su vasta scala che Mosca definisce una “operazione militare speciale”.

CHE COS’È AVDIIVKA?

Avdiivka, che prima della guerra aveva una popolazione di circa 32.000 abitanti ed è chiamata Avdeyevka dai russi, è stata una città in prima linea dal 2014, quando fu occupata per un breve periodo dai separatisti sostenuti da Mosca che conquistarono una fascia dell’Ucraina orientale.

Oggi, le autorità dicono che rimangono meno di 1.000 residenti, molti dei quali si rifugiano in cantine e scantinati. I funzionari dicono che non un solo edificio rimane intatto.

Avdiivka si trova nella regione industriale del Donbas, 15 km (nove miglia) a nord della città di Donetsk, controllata dai russi. Prima della guerra, la sua cokeria dell’era sovietica era uno dei maggiori produttori europei.

I funzionari sostenuti dalla Russia descrivono la città come una “fortezza” con bunker di cemento. Dicono che i difensori sono rintanati in palazzoni che non possono essere presi d’assalto frontalmente senza enormi perdite, e stanno usando la cokeria come base e deposito di armi.

COMBATTIMENTI FEROCI

Analisti ucraini e occidentali affermano che l’offensiva russa su Avdiivka sta comportando un enorme tributo di vite umane.

Lo scorso novembre, l’intelligence militare britannica aveva affermato che i combattimenti avevano contribuito ad “alcuni dei più alti tassi di vittime russe della guerra finora”.

“Ogni giorno ci sono nuove forze fresche, indipendentemente dal tempo, indipendentemente da qualsiasi cosa – dalle perdite”, ha detto a Radio Liberty un membro della 47a Brigata Meccanizzata Separata dell’Ucraina.

“Ma nonostante tutto, continuano a strisciare, letteralmente sui loro corpi.”

I blogger di guerra russi, che il Cremlino ha messo sotto stretto controllo, hanno riconosciuto le pesanti perdite russe, ma hanno affermato anche significative perdite ucraine.

Dicono che le forze di Kiev potrebbero essere circondate se le forze russe riuscissero a tagliare la loro ultima linea di rifornimento principale verso ovest.

Il 31 gennaio il presidente Vladimir Putin ha sottolineato l’importanza di Avdiivka e ha affermato che un gruppo di veterani militari ha recentemente avanzato davanti all’esercito per sequestrare 19 edifici – un’affermazione che, come altri rapporti sul campo di battaglia, Reuters non può verificare.

La Russia ha effettuato attacchi aerei con l’assistenza mirata di forze speciali e utilizzando artiglieria, droni, elicotteri, carri armati e fanteria, secondo gli aggiornamenti sporadici ma regolari del ministero della Difesa russo.

COSA C’È IN GIOCO?

Entrambe le parti vedono la città come fondamentale per l’obiettivo della Russia di assicurarsi il pieno controllo delle due province orientali del “Donbas”: Donetsk e Luhansk. Queste sono tra le quattro regioni ucraine che la Russia afferma di aver annesso ma di cui non ha il pieno controllo.

Avdiivka è vista come una porta d’accesso alla città di Donetsk, le cui aree residenziali secondo i funzionari russi sono state bombardate dalle forze ucraine, a volte da Avdiivka.

Prenderlo potrebbe sollevare il morale russo e demoralizzare le forze ucraine, che da giugno hanno ottenuto solo guadagni marginali in un’ampia controffensiva. Lo stesso presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha visitato il paese a dicembre.

“Se l’esercito russo prendesse il controllo della strada (di rifornimento), le forze armate ucraine sarebbero evidentemente costrette a ritirarsi da Avdeyevka. Sarebbe una grande vittoria per l’esercito russo”, ha detto a febbraio Sergei Markov, ex consigliere del Cremlino. 5.

Mykola Bielieskov dell’Istituto nazionale per gli studi strategici, un think tank ufficiale di Kiev, ha affermato che la presa di Avdiivka non farebbe pendere decisamente la situazione a favore di Mosca ma “renderebbe la situazione più sostenibile per Donetsk occupata come importante hub logistico russo”.

Bielieskov ritiene che la battaglia sia guidata dal desiderio del Cremlino di rafforzare la mano degli scettici occidentali che chiedono un taglio del sostegno a Kiev, citando l’impatto limitato di miliardi di dollari in aiuti militari.

(Segnalazione di Dan Peleschuk e Andrew Osborn; Montaggio di Mike Collett-White e Timothy Heritage)

(tagToTranslate)Avdiivka

Di Dan Peleschuk e Andrew Osborn KIEV/LONDRA (Reuters) – Le forze russe stanno intensificando gli sforzi per conquistare la città di Avdiivka, nell’Ucraina orientale, mentre prosegue la guerra di Mosca in Ucraina. I combattimenti ricordano la battaglia per un’altra città orientale, Bakhmut, caduta in mano alla Russia lo scorso maggio dopo mesi di duri combattimenti…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *