Un bambino tra i 2 feriti nella sparatoria nella megachiesa del Texas del famoso pastore Joel Osteen

Una donna in trench ha aperto il fuoco con una pistola lunga all’interno della megachiesa del famoso pastore Joel Osteen in Texas prima di essere uccisa da due agenti fuori servizio che l’hanno affrontata e mandando i fedeli a correre fuori dall’edificio tra un’intensa funzione domenicale e l’altra, hanno detto le autorità.

La donna, entrata nella chiesa di Houston poco prima delle 14:00, ora locale, era accompagnata da un bambino di cinque anni, che è stato colpito da colpi di arma da fuoco e portato in ospedale in condizioni critiche.

Il capo della polizia di Houston, Troy Finner, ha detto che non è chiaro se il bambino sia stato colpito dagli agenti fuori servizio che hanno risposto al fuoco.

Un uomo di 57 anni è stato colpito da colpi di arma da fuoco e ferito all’anca, ma è stabile, ha detto la polizia.

Finner ha detto che dopo che la donna ha iniziato a sparare, entrambi gli agenti si sono “fidanzati” e la donna è stata uccisa. Ha detto che “è stato colpito un bambino di cinque anni”, anche se non ha rilasciato dettagli immediati su come si è svolto lo scontro.

Ma, ha aggiunto, “aveva una pistola lunga e avrebbe potuto andare molto peggio”.

La sparatoria è avvenuta tra i servizi nella megachiesa che è regolarmente frequentata da 45.000 persone ogni settimana, rendendola la terza megachiesa più grande degli Stati Uniti, secondo l’Hartford Institute for Religion Research. I sermoni televisivi di Osteen raggiungono circa 100 paesi.

Osteen si è unito alla polizia in una conferenza stampa e ha detto che la chiesa è “devastata”. Ma ha aggiunto che la sparatoria avrebbe potuto essere molto peggiore se fosse avvenuta durante la funzione più ampia delle 11.00.

Ha detto che avrebbe pregato per le vittime, per la donna che ha commesso la sparatoria e per le loro famiglie.

“Rimarremo forti e continueremo a farlo, per andare avanti”, ha detto Osteen. “Ci sono forze del male, ma le forze che sono per noi – le forze di Dio – sono più forti di così. Quindi continueremo ad andare forte e semplicemente, sai, a fare ciò che Dio ci ha chiamato a fare: sollevare le persone alzarsi e dare speranza al mondo.”

Testimoni hanno detto ai giornalisti di aver sentito numerosi spari poco prima dell’inizio della funzione in lingua spagnola della chiesa alle 14:00.

Christina Rodriguez, che era all’interno della chiesa, ha detto alla stazione televisiva di Houston KTRK che “ha iniziato a urlare: ‘C’è uno che ha sparato, c’è uno che ha sparato”, e poi lei e altri sono corsi sul retro di una biblioteca all’interno dell’edificio, poi sono rimasti lì. una scala prima che gli fosse detto che era sicuro andarsene.

Il governatore del Texas Greg Abbott ha dichiarato: “I nostri cuori sono con coloro che sono stati colpiti dalla tragica sparatoria di oggi e con l’intera comunità della Lakewood Church a Houston. I luoghi di culto sono sacri”.

Almeno 20 poliziotti e camion dei vigili del fuoco si trovavano vicino a uno degli ingressi della chiesa domenica pomeriggio, compreso il camion dei vigili del fuoco contenente materiali pericolosi. Finner ha detto che è stato riferito che la donna aveva una bomba, ma non è stato trovato alcun esplosivo durante la perquisizione del suo veicolo e del suo zaino.

Si sono potuti vedere i fedeli lasciare l’edificio mentre le autorità evacuate la chiesa prima della conferenza stampa. I funzionari hanno annunciato che in una palestra vicina è stato allestito un centro di riunificazione affinché le persone possano ritrovare i propri cari.

Una donna in trench ha aperto il fuoco con una pistola lunga all’interno della megachiesa del famoso pastore Joel Osteen in Texas prima di essere uccisa da due agenti fuori servizio che l’hanno affrontata e mandando i fedeli a correre fuori dall’edificio tra un’intensa funzione domenicale e l’altra, hanno detto le autorità. La donna, entrata…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *