Ungheria e UE si scontrano sulla legge sulla sovranità

Pochi giorni dopo a grande resa dei conti Tra l’Unione europea e l’Ungheria sugli aiuti all’Ucraina, la Commissione europea ha annunciato mercoledì l’apertura di una nuova procedura disciplinare contro il governo ungherese per un atto legislativo recentemente approvato che si concentra sulle attività di stranieri ritenute sovversive.

La mossa arriva in cima numerose altre procedure disciplinari aperte contro l’Ungheria che la Commissione Europea, il ramo esecutivo dell’UE, ha perseguito contro il governo del primo ministro ungherese Viktor Orban.

Orban ha denunciato a lungo le battaglie con Bruxelles, che secondo lui contrappone un “Golia globalista svegliato” al “David” ungherese. Ha sostenuto che l’Unione Europea intende punirlo per aver perseguito un programma cristiano conservatore, che secondo lui è in linea con i desideri del popolo ungherese.

L’azione della commissione è incentrata sulla legislazione recentemente approvata in Ungheria che cerca di punire le interazioni tra individui o organizzazioni ungheresi e stranieri o gruppi stranieri che un nuovo Ufficio per la difesa della sovranità considera sovversive.

In una dichiarazione mercoledìla Commissione europea ha affermato di aver avviato la procedura di infrazione dopo “una valutazione approfondita” della legge ungherese.

La commissione ha affermato che la legislazione ungherese “viola diverse disposizioni” del diritto europeo, comprese le regole del mercato interno, i valori democratici e i diritti elettorali. Ha inoltre affermato che la legislazione è contraria ai diritti fondamentali come il diritto a un giusto processo e la libertà di associazione.

“L’istituzione di una nuova autorità con ampi poteri e un rigido regime di monitoraggio, applicazione e sanzione comporta anche il rischio di danneggiare seriamente la democrazia in Ungheria”, ha detto mercoledì Anitta Hipper, portavoce della commissione per gli affari interni.

L’Ungheria ha due mesi per rispondere. La procedura disciplinare potrebbe portare la Commissione a portare l’Ungheria davanti alla Corte Suprema dell’Unione Europea e all’imposizione di sanzioni pecuniarie.

Gli Stati Uniti a dicembre espresso preoccupazione simile sull’Ufficio per la Difesa della Sovranità, affermando che “dota il governo ungherese di strumenti draconiani che possono essere utilizzati per intimidire e punire coloro che hanno opinioni non condivise dal partito al governo”.

Il Dipartimento di Stato americano ha affermato che l’autorità potrebbe essere utilizzata per sottoporre cittadini, imprese e organizzazioni ungheresi “a indagini intrusive senza controllo giudiziario, anche se non hanno avuto contatti o sostegno da un governo straniero o da un’entità straniera”, aggiungendo: “Questa nuova legge è incoerente con i nostri valori condivisi di democrazia, libertà individuale e stato di diritto”.

La legislazione e l’autorità che istituisce hanno sollevato preoccupazioni anche tra i gruppi per i diritti umani che sono stati a lungo schiacciati dalle autorità ungheresi.

Dunja Mijatovic, un alto funzionario del Consiglio d’Europa, una delle principali organizzazioni per i diritti umani, ha affermato in una dichiarazione di novembre che il piano per istituire l’Ufficio per la difesa della sovranità “presenta un rischio significativo per i diritti umani e dovrebbe essere abbandonato. “

La Commissione europea ha trattenuto oltre 20 miliardi di euro, circa 21,5 miliardi di dollari, all’Ungheria per varie violazioni delle norme UE relative all’indipendenza della magistratura, alla corruzione e ai diritti LGBTQ.

Alla domanda se la commissione rilascerà qualcuno di questi fondi, Arianna Podesta, una portavoce, ha detto mercoledì ai giornalisti: “Non siamo ancora arrivati”.

Pochi giorni dopo a grande resa dei conti Tra l’Unione europea e l’Ungheria sugli aiuti all’Ucraina, la Commissione europea ha annunciato mercoledì l’apertura di una nuova procedura disciplinare contro il governo ungherese per un atto legislativo recentemente approvato che si concentra sulle attività di stranieri ritenute sovversive. La mossa arriva in cima numerose altre procedure…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *